Luca Poletti incontra le maestre dei nidi: “Occupazione e qualità dei servizi”

0

VIAREGGIO – Luca Poletti, candidato sindaco del PD e della lista civica VVV, ha incontrato presso la sede del suo Comitato di via Battisti, oltre 50 educatrici ed ausiliari/e dipendenti del Comune e dell’ASP.
Nel corso dell’incontro Annamaria Pucci (UIL-FPL del Comune) e Rossella Palagi (UIL Scuola RSA dell’ ASP) hanno manifestato il disagio e le preoccupazioni provate in questi mesi dagli operatori delle scuole dell’infanzia e degli asili nido comunali.
La richiesta rappresentata a Luca Poletti è quella di veder garantiti non solo il posto di lavoro, ma soprattutto la continuità didattica e la professionalità con la quale sono stati accuditi ed educati i bambini.
Dopo alcuni altri interventi, il candidato sindaco ha evidenziato che due tra i capitoli più importanti del suo programma sono quelli di garantire i servizi e l’educativa 0-6 anni, insieme alle professionalità collegate e dunque salvaguardare i posti di lavoro.Quindi nel concordare con le proposte e le preoccupazioni delle rappresentanti sindacali, si è impegnato su due fronti: da un lato garantire il servizio nido per l’anno 2015/16 considerato che, grazie anche ad accordi sindacali e a una politica di riorganizzazione del servizio da parte dell’ASP si sono ottenuti anche notevoli risparmi; dall’altra vigilare, in stretto rapporto con le rappresentanze sindacali, affinchè l’eventuale percorso di statalizzazione della scuola dell’infanzia tenga conto dell’esigenza di farsi carico anche del personale che attualmente svolge la propria attività lavorativa. Ciò al fine di garantire professionalità e continuità didattica ed una effettiva riduzione dei costi per l’amministrazione comunale.
Ha inoltre detto che quando sarà eletto sindaco si impegna ad istituire un tavolo permanente di confronto dopo aver svolto gli stati generali della scuola coinvolgendo corpo docente, ausiliari, genitori e tutti i soggetti interessati al fine di governare insieme tutti i passaggi che dovranno essere affrontati.                                                                                                             

No comments

*