Sgambatoi, un progetto a 4 zampe… che piace ai 5 Stelle

0
VIAREGGIO – Ha il plauso del Movimento viareggino di Beppe Grillo il progetto per la realizzazione di un’area di sgambatura ad uso pubblico a totale carico di volontari e sostenitori privati in un quadrato della Pineta di Levante, a metà strada tra lo Stadio e il Collegio Colombo.
A presentarlo in questi giorni all’attenzione del candidato portavoce sindaco Giulio Zanni e dell’assemblea, una rappresentanza di quel gruppo di comuni cittadini, che proprio secondo i principi del Movimento, spinti da una medesima necessità, si sono messi all’opera in prima persona per il bene della comunità locale.
L’area è stata individuata proprio per la distanza dalle abitazioni, per evitare quei problemi di stretta convivenza che hanno portato continue liti tra residenti e frequentatori delle aree di sgambatura della zona, culminate nel tempo con la chiusura e il mancato utilizzo dello sgambatoio del Campo d’Aviazione (mentre è di questi giorni la notizia dell’avvelenamento di alcuni cani a causa di bocconi avvelenati rinvenuti dalla parte dei gonfiabili e delle case popolari di via Indipendenza).
Dalla necessità di avere a disposizione un’area idonea, e soprattutto sicura, dove poter portare a scorrazzare i propri cani, ecco che nasce l’idea di realizzare questo progetto utile per l’intera collettività e a costo zero per le casse comunali.
Un progetto che intende far riappropriare i cittadini di una parte di pineta sottraendola al degrado e a cattive frequentazioni e che ben si sposa con l’intento dei Cinque Stelle: nel programma elettorale, alla voce gestione virtuosa del patrimonio pubblico, si prevede infatti la redazione di un regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani col fine di recuperare aree ed immobili comunali dismessi o sottoutilizzati.
Dove quindi trova piena collocazione anche il progetto di Sgambatù: “Per noi è di fondamentale importanza l’ascolto – spiega Giulio Zanni, candidato sindaco del Movimento – siamo un movimento che nasce dal basso, disponibile al confronto con i cittadini, abbiamo un programma in continua evoluzione, aperto a suggerimenti e proposte, un programma scritto dai cittadini per i cittadini, che si realizza attraverso l’attività di gruppi di lavoro tematici riuniti sotto l’egida di un’assemblea permanente, come normale metodo di funzionamento, non solo breve digressione di moda durante il periodo delle elezioni. Il nostro gruppo è fatto di cittadini volontari della politica che senza secondi fini si sono messi a disposizione per cambiare le cose lavorando su una proposta elettorale concreta e attuabile: il bene comune da realizzarsi attraverso l’impegno politico inteso come servizio verso la città”.

No comments

*