Tradizione, Pietrasanta prima di tutto: “Una casa per le contrade”

0

PIETRASANTA – Una “casa per le contrade” pietrasantine. Incontro con i presidenti delle contrade di Pietrasanta Pollino Traversagna, Strettoia, Africa Macelli, La Collina, Pontestrada, La Lanterna, Brancagliana, Marina, Valdicastello, (assenti per motivi personali il Presidente degli Antichi Feudi e de Il Tiglio /La Beca) ed i rappresentanti della lista “Pietrasanta prima di tutto incontra” per raccogliere suggerimenti, indicazioni e proposte per migliorare e potenziale, la dove è possibile, il formatdella “Canzonetta” e delle iniziative che caratterizzano le tradizioni popolari pietrasantine. Tre le idee, avanzate dai rappresentanti della lista che sostiene Massimo Mallegni l’acquisizione della sede di Via Aurelia Nord: “l’idea – spiega Lora Santini che, in caso di vittoria, andrà a ricoprire proprio il ruolo diAssessore alle Tradizioni Popolari – è di evitare di pagare un affitto molto oneroso, superiore ai 20mila euro l’anno, patrimonializzando l’investimento. Ci sembra la direzione più logica e sostenibile, anche economicamente”. Ma non è l’unica proposta che è arrivata alla squadra di Mallegni da parte delle contrade. Si pensa anche ad uno spazio fruibile a turnazione tra le contrade adatto per organizzare eventi, feste ed iniziative: “è una delle richieste che abbiamo raccolto – commenta la Santini che ha partecipato all’incontro insieme a Simone Tartarini, Andrea Cosci all’incontro – e che valuteremo attentamente. Le contrade non sono solo spettacolo, divertimento, sono soprattutto identità di un territorio, partecipazione e condivisione che esaltano lo spirito di una comunità”.

Bocciata invece l’ipotesi – balenata da più parti in queste settimane – di bypassare la responsabilità dell’organizzazione del Carnevale alle contrade: “questa invece non è – conclude la Santini – una strada percorribile. Tutti gli aspetti organizzativi e della responsabilità deve restare all’amministrazionecomunale”.

No comments

*