“Vialone ostaggio della criminalità: che aspetta la Prefettura a intervenire?”

0

VIAREGGIO -La Marina di Levante è in mano alla criminalità. Perché la Prefettura di Lucca non interviene, per tutelare gli esercenti e gli avventori del Vialone?”: Alessandro Santini, candidato sindaco di Viareggio per il partito di Forza Italia e le liste civiche “Sicurezza & Legalità” e “Viareggio Insieme”, condanna l’inerzia delle istituzioni davanti a una situazione di rischio conclamato per la pubblica sicurezza che si protrae, ormai, da mesi.

L’aggressione (tentata) di giovedì notte, vittima una giovane, per Santini ne è solo l’ennesima, triste riprova: “E’ ora che la Prefettura  faccia sentire la sua autorità – rimarca il candidato – non solo quando deve far accogliere i migranti. I ragazzi che affollavano il Vialone ora hanno paura di furti, aggressioni e spacciatori; i locali che animavano le serate del fine settimana adesso raccolgono incassi irrisori e sono allo stremo. Che altro si sta aspettando?”.

L’iniziativa di alcuni esercenti della Marina, che a più riprese hanno ingaggiato vigilantes privati per tentare di rassicurare se stessi e i loro clienti, “è un atto di grande coraggio, impegno e responsabilità – lo definisce Santini – ma non è né può essere sufficiente: servono forze dell’ordine, serve un tavolo fisso in Prefettura dedicato alla sicurezza in Versilia, serve che i massimi livelli istituzionali abbiano coscienza di cosa succede in questa che, ormai, pare la terra di nessuno”.
Per questo motivo, Santini si farà promotore di una lettera al Ministero dell’Interno per evidenziare la gravità della situazione vissuta, sulla Marina e in tutta Viareggio, sul fronte sicurezza e ordine pubblico.

No comments

*

Tra sogno e realtà…

VIAREGGIO – Alla 2° edizione della Festa del Pesce, domani lunedì 20 luglio,  arriva la carovana di “TRA SOGNO E REALTA’” il Talent Show che ...