Elezioni, cyber attacchi per condizionare voto: la relazione dei servizi segreti

ITALIA – In Italia la minaccia del terrorismo jihadista è «concreta ed attuale». Il Paese è infatti «oggetto dell’attività propagandistica ostile di Daesh (Isis, ndr) e continuano ad essere presenti nel suo territorio soggetti radicalizzati – tra i quali “islamonauti italofoni” – o comunque esposti a processi di radicalizzazione». Lo rileva la relazione annuale dell’intelligence presentata ieri.

Altro allarme evidenziato dalla relazione annuale dell’intelligence è sulle elezioni: occhio alle «campagne di influenza che, prendendo avvio con la diffusione online di informazioni trafugate mediante attacchi cyber, mirano a condizionare l’orientamento ed il sentimento delle opinioni pubbliche, specie allorquando queste ultime sono chiamate alle urne».

Leggi la relazione integrale dei Servizi Segreti Italiani