“Comuni sotto ricatto: se accogli immigrati, ti allargo la gabbia”

0
PRATO – “E’ talmente obbligatorio farci invadere dalle ondate di immigrati, che il Governo sta pensando perfino di allentare il patto di stabilità per i Comuni che vorranno accoglierne. La proposta è stata resa nota dall’ANCI per bocca del Sindaco di Prato Biffoni”. La nota stampa che pubblichiamo integralmente è a firma del candidato governatore alla Regione Toscana Claudio Borghi Aquilini
“Innanzitutto ci piacerebbe capire dove sta scritto, chi ha deciso, chi mai di noi ha votato perché tutta l’Africa e l’Asia mediorientale debbano trasferirsi in Italia. Inoltre mi chiedo se sia normale da parte del Governo, anziché porre rimedio all’emergenza, mettere i Comuni spalle al muro: se non fai storie ti prendi i clandestini, se fai storie ti lascio sforare il patto di stabilità così stai zitto e te li prendi, e se fai storie lo stesso, te la vedrai coi tuoi concittadini e spiegherai loro perché hai rinunciato alla possibilità di spendere di più.
Il patto di stabilità è per noi una misura inconcepibile, sostenuta al contrario dal PD e dagli altri partiti filo-europeisti a tutti i costi, che sta rendendo la qualità della vita nei nostri centri urbani sempre più degradata, e il cui mancato rispetto diventa ora strumento di ricatto. Chi pagherà questo “allentamento”? Forse l’UE ci concederà di sforare i bilanci, visto che ci stiamo sacrificando da tre anni alla causa continentale e che stiamo facendo da filtro per movimenti migratori che sono tutto fuorché spontanei? Perché le guerre in Africa ci sono sempre state, e la fame e la miseria anche, è bene che tutti lo sappiano.
Da parte di Renzi ed Alfano credevamo di aver sentito abbastanza, quando hanno proposto che le centinaia di migliaia di immigrati che stanno arrivando nelle nostre Regioni, Toscana compresa, lavorino gratis…il modo giusto per combattere la nostra disoccupazione! Finora si giocava al ribasso sui salari, ora addirittura si parla di manodopera straniera gratis: quale sarà il datore di lavoro così fesso da assumere Italiani, che generalmente, purtroppo per loro, vogliono uno stipendio?
Dobbiamo fermarli immediatamente, perché questo Paese rischia di diventare a breve, peggio che una terra di conquista, un vero deserto. Alle Regionali del 31 maggio la Toscana può dare la svolta: se vinciamo non permetteremo un solo minuto di più all’UE, a Renzi e ai suoi amici, al PD che amministra la nostra Regione di continuare a toglierci il futuro e la speranza. E’ importante dare un segnale, e il Popolo toscano il segnale lo darà forte e chiaro.”

No comments

*