Parcheggio a pagamento all’ospedale, appello ai candidati: “Abolite la tassa sul dolore”

0

LIDO DI CAMAIORE – E’ di Marco Fubiani,presidente del comitato ”No al parcheggio a pagamento dell’ospedale unico della Versilia”, la nota stampa che riportiamo: “Rappresento oltre 5.000 persone fra quelle che eravamo riusciti ad interpellare a suo tempo,tutte contrarie al pagamento del parcheggio. Nonostante che la maggioranza della popolazione “Versiliese” fosse contraria,la “politica”rappresentata  allora da molti sindaci ancora in carica,ed altri da poco sostituiti,si è fatta sberleffo del pensiero del popolo, decidendo di tassare anche “il dolore” tassa vergognosa ed ingiusta. Prima la stessa politica ha “tollerato” in questa area decine di abusivi che chiedevano la carità o vendevano di tutto senza alcuna autorizzazione. Poi  quando i cittadini erano stufi di questa situazione,hanno deciso di creare un’area a pagamento con la scusa che avrebbero tolto il problema degli “abusivi”. In realtà gli abusivi non ci sono più,ma ora il cittadino deve pagare comunque il parcheggio ,questa volta ad una azienda privata,che incamera circa 30.000,00 euro il mese,cioè 360.000,00 euro l’anno dai cittadini che devono andare in ospedale. E’ questa la difesa dei cittadini tanto sbandierata in tempo di elezioni? Sarebbe stato sufficiente,come ora,avere a disposizione 2/3 guardie private il cui costo complessivo poteva essere di 45/50.000,00 euro annuali,per risolvere il problema senza gravare ancora una volta sulla cittadinanza. Questa cifra si poteva tagliare dalla “Politica” proprio da quelle persone che ci fanno un sacco di promesse prima di essere elette. Sarebbe stato sufficiente,togliere 15/20.000,00 euro ai super stipendi del Governatore(180.000,00) del direttore usl Versilia (120.000,00) e del direttore amministrativo usl Versilia (110.000,00)che sono i politici che chiedono ai cittadini “sacrifici”per aver risolto la questione. Ora che le votazioni  per il consiglio regionale si avvicinano,ecco che risentiamo nuove promesse,assicurazioni varie a favore della cittadinanza,addirittura si fissano appuntamenti ,presso bar ,pasticcerie,per offrire piccole colazioni ai cittadini,mai tanta generosità si è vista dopo le elezioni,ma prima è una vera “abbuffata” di promesse e gentilezze. Allora mi faccio portavoce di moltissimi cittadini “Versiliesi” delusi e sfiduciati da tante promesse fatte e non mantenute,per chiedere “due impegni precisi” ai candidati versiliesi ,se eletti.
1°)L’abolizione di questa “tassa sul dolore” vergognosa ed assurda.
2°) L’impegno dei “candidati versiliesi”(se eletti) a percepire per questo nuovo incarico,in totale fra indennità e rimborsi ,un massimo netto mensile di euro 2.500,00 rispetto al totale lordo di 11/13.000,00 euro come da prospetto.Del resto pochissimi cittadini hanno uno stipendio di 2.500,00 euro netti.
Le cifre non percepite,destinarle sin d’ora a progetti per l’occupazione giovanile,per aiutare famiglie con handicap,o per dare una mano ad alcuni anziani che hanno una pensioni al limite della sopravvivenza.Siccome i candidati versiliesi hanno detto più volte e noi non ne dubitiamo,di aspirare a questa carica non certo per i vantaggi economici o privilegi che la stessa può garantire,sarebbe veramente un bell’esempio di coerenza che la “Politica Versiliese” potrebbe dare a tutta la Regione. Sicuramente molti cittadini sarebbero più motivati ad aandare a votare persone così chiare ed altruiste….Ci attendiamo risposte concrete e non risposte in “politichese”alle quali nessuno da’ più credito”.

La prima risposta, di disponibilità piena, è arriva dal candidato di Forza Italia, Giovanni Santini.

No comments

*