Regionali 2015, dal 1 al 2 maggio si presentano le liste in tribunale

0

FIRENZE. Prima vigilia per le regionali che si terranno alla fine di maggio. C’è tempo fino a mezzogiorno di sabato per depositare in tribunale simboli e contrassegni e soprattutto le candidature per presidente e aspiranti consiglieri regionali. Chi è pronto lo potrà fare già domani. Chi sta ancora raccogliendo le ultime firme avrà tempo fino alle 12 del 2 maggio. Le candidature per la presidenza della Regione dovranno essere presentate agli uffici della Corte di appello di Firenze. Le liste dei candidati consiglieri vanno consegnate agli uffici dei tribunali delle rispettive circoscrizioni, che sono tredici (nove corrispondenti alle province e quattro per Firenze). Tribunali e Corte saranno aperti dalle 8 del 1 maggio a mezzogiorno, appunto, del 2 maggio.

Per il candidato presidente non occorrono firme da raccogliere. La legge elettorale toscana non lo prevede ed il motivo è semplice: un candidato presidente deve essere sostenuto da almeno una lista e sono le liste che lo presentano. Le firme dei cittadini elettori occorrono invece per le liste dei candidati consiglieri. Variano a seconda della provincia e circoscrizione: ne servono da 525 a 700 fino a 200 mila residenti, da 700 a 1.050 tra 200 mila e 500 mila residenti, tra 1.225 a 1.750 oltre 500 mila residenti.

Ma sono di fatto esentati partiti e gruppi già rappresentanti, almeno sei mesi prime dell’indizione dei comizi elettorali, all’interno del Consiglio regionale. Vale anche per i gruppi confluiti all’interno del gruppo misto. Per tutti questi è sufficiente il sostegno di dieci elettori.

Per l’autenticazione vale la norma nazionale. Le firme potranno essere autenticate dai segretari comunali, da funzionari incaricati dal sindaco o dal presidente della provincia, da consiglieri provinciali e comunali che comunichino la propria disponibilità al sindaco o al presidente della provincia. Potranno autenticare le firme anche i consiglieri, provinciali e comunali, che siano contemporaneamente candidati. Lo potranno fare, come gli altri, negli uffici del Comune e Provincia ma anche in un luogo pubblico, purché aperto e all’interno del territorio di competenza.

No comments

*