Regionali, la Corte d’appello boccia “Lega Toscana-Più Toscana”

0

FIRENZE – Rimangono sette i candidati presidenti per la Toscana, ma scendono da dieci a nove le liste ammesse che li sostengono. A Pisa diventano addirittura sei i candidati e otto le liste. E’ l’effetto della decisione della Corte di appello e del tribunale di Pisa maturata tra stamani e il pomeriggio.

La Corte ha infatti escluso da tutte le tredici circoscrizioni regionali la lista Lega Toscana-Più Toscana che appoggiava la candidatura di Stefano Mugnai, ora sostenuto solo dalla lista di Forza Italia. L’ha esclusa perché ha presentato un contrassegno troppo simile e confondibile con quello “notoriamente usato in precedenza da altri partiti o movimenti”. Una fattispecie di esclusione ben precisa e prevista dalla legge sul procedimento elettorale. Da parte degli esclusi è possibile il ricorso ora al Tar.

A Pisa (e solo a Pisa) il tribunale ha invece escluso la lista Democrazia Diretta che sostiene Gabriele Chiurli: per le candidature a consigliere regionale della circoscrizione non ha infatti rispettato l’alternanza di genere uomo-donna, anch’essa prevista dalla legge toscana.

Nei prossimi giorni i tribunali procederanno al sorteggio per l’assegnazione dei posti sulla scheda elettorale. Al momento corrono per la presidenza e per i quaranta posti in consiglio regionale i seguenti candidati e liste:

Enrico Rossi, sostenuto dal PD e dalla lista Popolo toscano

Claudio Borghi, candidato della Lega Nord e di Fratelli d’Italia

Giacomo Giannarelli, sostenuto dal M5S

Gianni Lamioni, candidato della lista Passione Toscana, espressione di Ncd e Udc

Tommaso Fattori, candidato della Lista Sì Toscana a sinistra

Stefano Mugnai,candidato di Forza Italia

Gabriele Chiurli, sostenuto dalla lista Democrazia Diretta (ma che non sarà presente nella circoscrizioni di Pisa)

No comments

*