Elezioni Viareggio, Fratelli d’Italia: no al civismo, sì ad un candidato politico

Viareggio (LU) – La campagna elettorale è ormai iniziata e Fratelli d’Italia Viareggio ribadisce con forza la volontà di correre con un centrodestra unito e compatto, perchè “è con l’unione e non con le divisioni interne che si vincono le elezioni”.

Ma tiene a sottolineare: “Fratelli d’Italia è un partito con una chiara e ben definita linea politica, formato da persone che fanno – e amano fare – politica. Ecco perché per noi esistono solo candidati politici: quindi a meno che Barbara Paci (che poco conosciamo) non sia proposta dalla Lega o da Forza Italia con le dovute garanzie, noi prendiamo in considerazione  solo Alessandro Santini.

Tra le fila di FDI Viareggio invece è già stato scelto il nome del candidato ritenuto idoneo a correre per le amministrative di maggio e quel nome è Massimiliano Simoni. Siamo coesi e determinati, la nostra forza è frutto di una crescita lenta e costante, che ha saputo negli anni radicarsi nel territorio e conquistare sempre più consensi; la gente crede in noi e ci vota perché siamo l’unico partito che non ha mai tradito i propri elettori. Ecco perché secondo noi il candidato sindaco non potrà essere un civico: perché noi crediamo nella politica e nella gente che la fa ed è giusto che i cittadini abbiano ripagata quella fiducia che dimostrano andando a votare”. Il documento è stato votato all’unanimità dal direttivo, alla presenza dei Circoli riuniti degli iscritti e dei rispettivi presidenti (Marco Dondolini per Viareggio e Carlo Alberto Tofanelli per Torre del Lago).

Il Direttivo comunale FDI Viareggio

Marco Dondolini, Presidente Circolo FDI Viareggio; Carlo Alberto Tofanelli, Presidente Circolo FDI Torre del Lago

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: