Eroina e cocaina a fiumi, colpo grosso della Squadra Mobile: lo spacciatore finisce in cella

0

LIVORNO – Droga a fiumi, quasi due chili, e un albanese che riforniva le “piazze di spaccio” di Pisa e Livorno, trovato in possesso di denaro contante per circa 10.000 euro, in manette. E’ questo il bilancio dell’ultima operazione di Squadra Mobile della Questura di Livorno, diretta dal vice questore aggiunto Giuseppe Testaì, per anni al Commissariato di Polizia di Viareggio, poi alla Questura di Pisa e Napoli.

Il mercato dello spaccio all’ingrosso sembra ancora saldamente in mano agli albanesi, i nordafricani si dedicano allo spaccio al dettaglio; almeno questo sembra dimostrare l’arresto del giovane straniero, appena 19enne, sorpreso dagli uomini della Squadra Mobile della Polizia in via del Fante, anche grazie alle segnalazioni dei residenti sulla presenza di extracomunitari dediti allo spaccio di stupefacenti.

In realtà, qualche giorno di osservazione è bastato agli uomini della Antidroga per verificare che oltre a quanto lamentato da cittadini e commercianti della zona c’era di più.

Giuseppe Testai“I movimenti sospetti osservati dai cittadini nascosti dietro le finestre della abitazioni o dietro le vetrine dei negozi non erano solo incontri tra tossicodipendenti e “pusher” per la vendita di una dose, ma spesso si trattava di incontri tra il “pusher” e i  fornitori – spiega Testaì.  Insomma la droga comprata e venduta in quella parte della città era molto più di quella che ci si potesse immaginare. Per questo al momento, del controllo di polizia il giovane straniero fermato si  mostrava, particolarmente insofferente, tanto da tentare un accenno di fuga, subito placcato dagli uomini della Polizia. Non contento cercava, senza riuscirvi, di disfarsi di un involucro che custodiva nella tasca del piumino.

L’involucro sigillato con nastro da pacchi conteneva eroina per un peso complessivo lordo di oltre 103 grammi

La perquisizione presso l’abitazione dell’uomo a Pisa ha consentuto di rinvenire e sequestrare eroina per un peso complessivo di 1.475  grammi di eroina, e cocaina per un peso complessivo di 622 grammi.  Inoltre, venivano ritrovate “mazzette” di banconote per quasi 10mila euro, provento della vendita delle sostanze stupefacenti.

Il giovane veniva arrestato e su disposizione dell’Autorità portato in carcere.

No comments