Alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Lorenzo Viani la seconda edizione di Over The Real – Festival Internazionale di Videoarte

0

VIAREGGIO -Dopo il successo dello scorso anno la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Lorenzo  Viani presenta la seconda edizione di Over The Real – Festival Internazionale di Videoarte che si svolgerà dal 17 al 20 novembre 2016.

Il Festival è sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca ed è patrocinato dalla Provincia di Lucca, dalla Regione Toscana, dal Comune di Forte dei Marmi.

Quattro giorni di proiezioni, talk, workshop, performance ed eventi collaterali che quest’anno vedranno coinvolta anche una nuova sede: la Fondazione Villa Bertelli di Forte dei Marmi che ha aderito all’intento della GAMC di realizzare una manifestazione che coinvolga ampiamente il territorio versiliese.

 

Over The Real, diretto da Maurizio Marco Tozzi e Lino Strangis, presenta le più significative linee di ricerca emergenti degli ultimi anni nel panorama internazionale delle arti audiovisive, grazie alla presenza di artisti, critici, curatori e ricercatori fra i più illustri del settore. Un Festival che delinea lo stato dell’arte contemporanea in questo presente caratterizzato soprattutto dalla estrema accessibilità e potenza degli strumenti digitali che permettono una enorme quantità di soluzioni estetiche. Una storia iniziata come nicchia (la cosiddetta videoarte) che si è trasformata oggi in un fenomeno estremamente evoluto e complesso.

Fra gli ospiti è confermata la partecipazione di Studio Azzurro che terrà un incontro dal titolo Guardare in #retroprospettiva, tema che si riallaccia alla mostra svoltasi a Palazzo Reale di Milano in occasione dei 35 anni di attività. Un’esposizione completa che come spiega Leonardo Sangiorgi “non è stato un momento di celebrazione ma un punto di partenza per pensare a nuove prospettive, come abbiamo sempre fatto senza mai perdere le radici del nostro lavoro iniziato con le prime sperimentazioni su pellicola”. Dal 1982 Studio Azzurro esplora le possibilità poetiche ed espressive delle nuove culture tecnologiche attraverso la realizzazione di videoambienti, ambienti sensibili e interattivi, percorsi museali, performance teatrali e film, disegnando un percorso artistico trasversale alle tradizionali discipline e formando un gruppo di lavoro aperto a differenti contributi e importanti collaborazioni. E fra gli ultimi eventi l’allestimento della Sala Studio Azzurro all’interno del percorso dei Musei Vaticani dedicato alla Collezione d’Arte Contemporanea, curata da Micol Forti, della videoinstallazione interattiva di grandi dimensioni In principio (e poi), realizzata nel 2013 per il primo Padiglione della Santa Sede alla 55° Biennale Internazionale d’arte di Venezia e ispirata ai primi 11 capitoli della Genesi, vale a dire alla Creazione.

L’evento sarà presentato da Bruno Di Marino che dal 1989 si occupa di sperimentazione audiovisiva. Storico dell’immagine in movimento, curatore e autore di importanti volumi fra cui appunto Studio Azzurro. Tracce, sguardi e altri pensieri, Feltrinelli, Milano 2007 e l’ultimo Oltre i bordi dello schermo – Conversazioni con i maestri della sperimentazione audiovisiva (Manifestolibri 2016) che presenterà per l’ occasione alla Gamc Lorenzo Viani di Viareggio.

La selezione delle opere è nuovamente affidata a curatori di esperienza internazionale fra cui Gabriel V. Soucheyre direttore artistico dello storico festival  Videoformes di Clermont-Ferrand (Francia) che dal 1984 è un osservatorio permanente sugli sviluppi di video e culture digitali nell’arte contemporanea; inoltre Veronica D’Auria dell’associazione C.A.R.M.A. di Roma curatrice di moltissime iniziative sia in Italia che all’estero fra cui in paesi come Cina, Brasile ed Australia; Alessandra Arnò vice presidente, co-fondatrice e direttore dello spazio espositivo oltre che della tv web di Visualcontainer (Milano) che nato nel 2008 è il primo distributore italiano di videoarte; Adonay Bermúdez curatore spagnolo che propone la seconda edizione del Festival “Entre Islas” dedicato alle realtà artistiche insulari.

Le opere in programmazione sono di 44 autori, provenienti da tutto il mondo (Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Francia, Germania, Giappone, Inghilterra, Iran, Israele, Italia, Lituania, Nuova Zelanda, Porto Rico, Portogallo, Spagna, Turchia, Usa, Venezuela), che negli ultimi anni hanno contribuito all’evoluzione delle capacità estetiche e semantiche di queste discipline e questo progetto cerca di offrire un ampio ventaglio di soluzioni formali e modalità linguistiche. Mondi originali, trovati spesso accettando la sfida sul piano spettacolare di “tenere il passo” con la più avanzata industria creativa, pur senza approssimarsi mai a questa e pur mantenendo intatta la propria essenza di esperienza e ricerca artistica.

Sempre molta attenzione è dedicata alla formazione e verranno quindi realizzate due incontri didattici sull’animazione digitale e la videoarte dedicati agli studenti delle scuole medie superiori della Versilia e zone limitrofe e agli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Carrara e dell’Università di Pisa. Relatore di questa edizione Igor Imhoff, artista e docente di animazione e modellazione 3d presso la “ Scuola Internazionale di Comics” a Padova, che da anni si occupa dei nuovi fenomeni legati all’arte e la tecnologia compreso il videomapping.

Ad impreziosire ulteriormente la qualità e la varietà dell’offerta lo speciale evento di performance live in Villa Bertelli a Forte dei Marmi che vedrà la partecipazione di esponenti di primo piano nel mondo delle performance sonore e audiovisive come i My Cat Is An Alien, band ormai storica con decine di pubblicazioni internazionali all’attivo e collaborazioni di enorme prestigio globale quali quelle con Thurstone Moore e Keiji Haino, Lino Strangis con la sua performance intermediale (che definisce come “un modulo minimo dell’opera totale in epoca digitale”) e in apertura i giovani toscani del gruppo Oddfield. L’evento, che si terrà nelle sale espositive della Fondazione Villa Bertelli, introdotto da Vittore Baroni, critico musicale, artista e studioso delle controculture.

Dal 17 al 20 novembre 2016 Over The Real propone dunque al pubblico un’ampia e completa rassegna dei più importanti fenomeni internazionali della cultura digitale.

 

PROGRAMMA

 

giovedì 17 novembre

GAMC Lorenzo Viani Viareggio dalle ore 15.30 alle ore 19.30

ore 15.30 proiezione della selezione Introspezioni a cura di Maurizio Marco Tozzi

ore 16.10 proiezione della selezione C.A.R.M.A. a cura di Lino Strangis e Veronica D’Auria

ore 17.30 proiezione del Festival Entre Islas a cura di Adonay Bermúdez

ore 18.10 Cerimonia di presentazione del Festival

a seguire aperitivo

venerdì 18 novembre

GAMC  Lorenzo Viani Viareggio dalle ore 10 alle ore 12

Incontro didattico con IGOR IMHOFF (animazione digitale e videoarte)

 

GAMC  Lorenzo Viani Viareggio dalle ore 15.30 alle ore 19.30

ore 15.30 proiezione della selezione C.A.R.M.A. a cura di Lino Strangis e Veronica D’Auria

ore 16.50 proiezione della selezione Visualcontainer a cura di Alessandra Arnò

ore 17.20 proiezione della selezione Videoformes a cura di Gabriel V. Soucheyre

ore 18.05 proiezione della selezione Introspezioni a cura di Maurizio Marco Tozzi

dalle ore 18.45 alle 19.30 Talk con Maurizio Marco Tozzi, Lino Strangis, Veronica D’Auria, Alessandra Arnò, Paolo Simoni, Gabriel V. Soucheyre

 

sabato 19 novembre

Fondazione Villa Bertelli Forte dei Marmi dalle ore 10 alle ore 12

Incontro didattico con IGOR IMHOFF (animazione digitale e videoarte)

 

GAMC  Lorenzo Viani Viareggio dalle ore 10.00 alle ore 12.00

ore 10.00 proiezione del Festival Entre Islas a cura di Adonay Bermúdez

ore 10.40 proiezione della selezione Introspezioni a cura di Maurizio Marco Tozzi

ore 11.20 proiezione della selezione Visualcontainer a cura di Alessandra Arnò

 

GAMC  Lorenzo Viani Viareggio dalle ore 15.30 alle ore 17.15

ore 15,30 proiezione della selezione Videoformes a cura di Gabriel V. Soucheyre

dalle ore 16.15 alle ore 17.15

presentazione del libro di Bruno Di Marino

Oltre i bordi dello schermo – Conversazioni con i maestri della sperimentazione audiovisiva (Manifestolibri 2016)

 

Fondazione Villa Bertelli Forte dei Marmi dalle ore 18 alle ore 20

Performance intermediali di:

My Cat Is An Alien

Lino Strangis

Oddfield

presenta l’evento Vittore Baroni

a seguire aperitivo

 

domenica 20 novembre

GAMC  Lorenzo Viani Viareggio dalle ore 15.30 alle ore 19.30

ore 15.30 proiezione della selezione C.A.R.M.A. a cura di Lino Strangis e Veronica D’Auria

ore 16.50 proiezione della selezione Visualcontainer a cura di Alessandra Arnò

ore 17.20 proiezione della selezione Videoformes a cura di Gabriel V. Soucheyre

 

dalle ore 18.15 alle 19.30

GUARDARE IN #RETROPROSPETTIVA

Incontro con STUDIO AZZURRO

presenta Bruno Di Marino

 

Elenco degli Artisti e Opere

 

Selezione INTROSPEZIONI a cura di Maurizio Marco Tozzi 

 

MIST (Alessandro Amaducci + Eleonora Manca) (Italia) – Transient, 3’12”, 2015

 

Michele Sambin (Italia) – Diogene 1977_2016, 5’32”, 1977-2016

 

Duygu Nazlı Akova (Turchia) – Hive, 4’00”, 2014

 

Isabel Perez De Pulgar (Spagna/Francia) – Helix Aspersa, 6’04”, 2016

 

Angelica Bergamini (Italia/Usa) – Meditation, 1’31”, 2016

 

Marcantonio Lunardi (Italia) – The Cage, 5’46”, 2016

 

Sofia Bersanelli (Italia) – Ritorno a mia madre, 6’20”, 2015

 

Alberta Pellacani (Italia) – Camminare sull’acqua, 3’22”, 2016

 

Rodrigo Noya (Argentina) – Composition n°2, 5’06”, 2016

 

 

Selezione C.A.R.M.A. a cura di Lino Strangis e Veronica D’Auria

 

Carmelo Brustia (Italia) – Born, 6’43”, 2016

 

Lino Strangis (Italia) – A strange earthquake of the mind, 6’45”, 2016

 

Boris Labbé (Francia) – Any Road, 10’04”, 2016

 

Ahmad Nejad (Iran) – Quelques minutes de rêve, 3′,53”, 2014

 

Masoud Moein Eslam (Iran) – Tehran, 2’55”, 2015

 

Christin Bolewski (Germania) – shizen?natural, 7’15”, 2015

 

Roberto Opalio / My Cat is an Alien (Italia) – The Antigravitational Sense Of Nothingness, 4’16”, 2016

 

Antonello Matarazzo (Italia) – Pneuma, 2’33”, 2015

 

Roberto Liberati (Italia) – Psychogeography, 6’15’’, 2016

 

Igor Imhoff (Italia) – Zero, 5’35’’, 2014

 

Silvia De Gennaro (Italia) – This is not a horror movie, 6’29”, 2014

Paolo Bandinu (Italia) – No Country, 2’21”, 2015

 

Rimas Sakalauskas (Lituania) – Bipolar, 9’59’’, 2015

 

Piero Chiariello (Italia) – Luce sul mare, 4’16’’, 2015

 

Selezione Visualcontainer a cura di Alessandra Arnò

 

Flavio Scutti (Italia) – Rides, 5’26”, 2016

 

Matteo Pasin (Italia) – Weltanschauung – Il mondo come volontà di rappresentazione, 5’50”, 2016

 

Sonia Armaniaco (Italia) – No more upgrade, 2’32”, 2016

 

Debora Hirsch (Brasile/Italia) – ETIX, 1’33”, 2003

 

Rita Casdia (Italia) – Skin Life, 2’28”, 2014

 

Riccardo Muroni (Italia) – 010, 11’11”, 2015

 

 

Selezione Festival Entre Islas diretto da Adonay Bermúdez

 

Martinho Mendes (Madeira – Portogallo) – Belladonna, 7’43”, 2015

Curatore:  Vítor Magalhães (Portogallo)

 

canecapovolto (Sicilia – Italia) -Having Fun Not Learing, 8’03”, 2015

Curatrice: Serena Ribaudo (Italia)

 

Moneiba Lemes (Canarie – Spagna) – First we take Berlin [?], 6’40”, 2014

Curatore: Adonay  Bermúdez (Spagna)

 

Bronwyn Holloway-Smith and Simon Ward (Nuova Zelanda) – Destination Pioneer City, 6’22”, 2012

Curatore: Rob Garrett (Nuova Zelanda)

 

Luis Mata  e Juan Carlos Portillo (Isla Margarita – Venezuela) – Buscando horizontes, 3’17”, 2013

Curatrice:  Leyla Dunia (Venezuela)

 

Jason Mena (Porto Rico) – Meaningless work, 6’23”, 2005

Curatrice:  Sofía S. Reeser del Rio (Porto Rico)

 

 

Selezione Videoformes a cura di Gabriel V. Soucheyre

 

Julian Masson (Francia/USA) – Shape Shifter, 4’03”, 2014

 

Ryo Ikeshiro (Giappone/Inghilterra) – Construction in Kneading, 6’30”, 2013

Hugo Arcier (Francia) – Je pars, 4’44”, 2014

 

Edouard Taufenbach (Francia) – FROM A TRAIN, 3’40”, 2014

 

Dalit Sharon & Amichy Bikovsky (Israele) – A Machine for Living, 2’49”, 2015

 

Bennet Meyer & Iris Schwarz (Germania/Austria) – Artefrakt, 2’56”, 2014

 

Moïa Jobin-Paré (Canada) – 4min15 au révélateur, 4’44”, 2015

 

Myriam Boucher (Canada) – Cités, 11’01”, 2015

 

Jeroen Cluckers (Belgio) – Oneiria, 3’52”, 2014

 

No comments

*