Carrara si veste di bianco

0

CARRARA – ( di Daniela Marzano ) – Istintivo il richiamo a Leoncavallo per descrivere l’atmosfera che si è respirata domenica 6 agosto nel centro storico di una Carrara che ha invitato tutti i suoi abitanti e anche molti visitatori a indossare, in una delle notti più calde di quest’estate, candide vesti e trascorrere una serata incantevole fatta di musica, ballo e buon cibo.

Il bianco è il colore che caratterizza questo territorio, quello delle imponenti cave di marmo e del prelibato lardo di Colonnata, orgoglio gastronomico IGP.

Il successo della serata, giunta alla terza edizione e patrocinata dal Comune di Carrara, è dovuto a un importante lavoro di squadra di Ristorando Carrara con il CCN Carrara dei Marmi (Centro Commerciale Naturale di Carrara), associazione di negozianti nata con il contributo di Confcommercio Imprese per l’Italia – Province di Lucca e Massa Carrara, supportata anche dall’immancabile service tecnico dell’Extrapalco di Maurizio Borghetti che ha creato la magia di questa notte di note e dal coordinamento di Thomas Santi Cassani della SEO360 Comunicazioni.

Eleganti e raffinati (rigorosamente nel segno del WHITE) gli addobbi che hanno fatto da cornice ai ristoranti e alle cinque postazioni artistiche in cui si sono esibiti Ugo Bongianni (pianista e arrangiatore) con la cantante Valentina Rosso, le ballerine classiche della scuola Amusia Danza di Caterina Figaia accompagnate al piano da Tatiana Kuzina, la band soul Beat Garcia and the Flying Tortillas che hanno duettato con il gruppo di tredicenni The Game, la coinvolgente e sensuale Milonga e il coro Montesagro sparso per la città.

Soddisfatta per la riuscita dell’evento Nadia Cavazzini, Presidente Provinciale di Confcommercio e di Ristorando, nonché titolare del ristorante Rebacco, nel cuore storico della città. “Eventi come questi” – afferma – “ci dimostrano ancora una volta quanto sia importante il contributo di tutti, anche se piccolo. Lavorare il più possibile in team, collaborare e impegnarsi con la massima sinergia è una modalità di lavoro che alla lunga ti ripaga e le nostre associazioni che hanno come obiettivo il contribuire in modo attivo e concreto alla riqualificazione di una città dalle potenzialità enormi ma sfiancata, può riuscire a farlo soltanto grazie al contributo e alla volontà di tutti. Noi ristoratori lo abbiamo capito già da tempo, dovrebbero capirlo anche molti altri, in tutti i settori”.

 

No comments

*