Festa dell’Unicorno 2017, un bilancio positivo

0

VINCI – ( di Isabel Viele). Dal 21 al 23 luglio la Festa dell’Unicorno ha animato il piccolo centro storico medievale di Vinci. E’ stata una tre giorni ricca di appuntamenti dedicata, come sempre; al mondo fantasy. La programmazione si è arricchita di ben oltre 100 spettacoli al giorno, dedicati a grandi e piccini, proprio per poter accontentare tutto il suo pubblico.

La tredicesima edizione ha visto crescere il numero delle aree tematiche, con l’aggiunta di due nuovi spazi oltre agli otto già presenti. Questa la composizione degli ambienti:  la “Rocca Incantata” sede di concerti e giochi di ruolo dal vivo,  l’area “Fumetti e Follie”,dedicata al fumetto e cosplay, la “Cittadella dei Cavalieri” a tema medioevale, la “Baia dei Pirati” , la “Corte dei Sogni” destinate a trasformare i sogni in realtà, il “Villaggio degli Gnomi” zona verde totalmente dedicata ai bambini, “La Città degli Incubi” popolata da zombie ed altre mostruose creature,  “L’Abisso d’Acciaio” dedicato a Star Wars e mondo della fantascienza,  “L’Anfiteatro del Bardo” dedicato alla musica ed infine “Le Terre del Nord” terra di barbari e vichinghi ricca di allestimenti scenici, accampamenti e giochi a tema.

Grandiose  sono state inoltre le esibizioni degli ospiti musicali in ogni serata. I Rhapsody, gruppo symphonic power metal sono saliti sul palco venerdì sera, al sabato è stato il turno di Giorno Vanni, mentre la conclusione è spettata alla straordinaria  Cristina D’Avena. Hanno funzionato bene anche le novità  dello spettacolo dedicato alla regia di Tim Burton e il concerto tributo a Labirinth e David Bowie.

Un ottimo successo lo hanno avuto inoltre le due convention dedicate ad Harry Potter e a Il trono di Spade, con gli ospiti speciali  Tom Felton e Tom Wlaschiha.

Tanti anche gli eventi e gli spazi dedicati ai più piccoli, con gli ospiti attesi Lupo Lucio, direttamente dalla Melavisione, i personaggi de L’albero Azzurro e il mitico conduttore di Art Attack  Giovanni Muciaccia.

Un bilancio ricco e oltremodo positivo dunque, anche grazie alla forte presenza dei cosplayer protagonisti  provenienti da ogni parte di Italia e non solo, che hanno partecipato a gare tradizionali e fantasy e che hanno allietato con la loro presenza le strade del paese.

 

 

No comments

*