Successo in Capannina per Viaggio con Leonardo Da Vinci…alla scoperta della società milanese del Rinascimento

FORTE DEI MARMI – L’affascinante avventura artistica di Leonardo Da Vinci, raccontata dagli occhi del collaboratore sicuramente meno conosciuto ma assai prediletto: Giovanni Francesco Lampergi da Melzo (più comunemente conosciuto come Francesco Melzi) filologo ed artista, inventore del compasso ellittico, erede delle 13000 pagine scritte dal Maestro, rappresentante della nobile-patrizia stirpe lombarda.

Venerdì nobili, esperti d’arte ed esponenti di spicco della cultura hanno seguito in Capannina a Forte dei Marmi la presentazione del volume “Viaggio con Leonardo” di Katia Ferri Melzi d’Eril dei Duchi di Lodi, Univers edizioni Pavia, il cui incasso è stato in parte devoluto alle popolazioni colpite dal sisma. Così come gli introiti delle vendita dei particolari gioielli col nodo vinciano, realizzati per l’occasione da Sonia Avanzi.

Moderatore e relatore il Marchese Prof. Emilio Petrini Mansi della Fontanazza specialista in diritto nobiliare, titolare dello Studio Legale di Diritto Nobiliare di Viareggio, docente tutor del Politecnico di Studi Aziendali di Lugano, coordinatore e docente dell’unico corso accademico che tratta il diritto nobiliare, le scienze araldiche ed il cerimoniale attivato dall’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma che insieme alla giornalista Francesca Ada Navari, ha affiancato l’autrice in un percorso culturale che ha affascinato i presenti con un’introduzione al romanzo storico, trattando la Casa Lampergi di Melzo poi Melzi ed infine Melzi d’Eril e le dinastie lombarde fra primo e secondo rinascimento come i Visconti, gli Sforza ed i Borromeo; si è parlato anche di flirt, amori e tradimenti da Ludovico il Moro a Francesco I, svelando aneddoti piccanti sulla vita di corte. Ospite d’onore il Prof. Carlo Pedretti il più grande esperto di Leonardo. Un particolare ringraziamento per l’ospitalità è stato espresso dal Marchese della Fontanazza al Patron Gr. Uff. Gherardo Guidi e alla responsabile della stampa del tempio della musica versiliese Isotta Boccassini.

Tra gli innumerevoli ospiti il Principe Guglielmo Giovanelli Marconi, il Marchese Giuseppe Ferrajoli di Filacciano, la Marchesa Monica Amari Staglieno, la Contessa Giulia Miari Pelli Fabbroni, il Nob. Augusto De Strobel di Fratta e Campocigno, Don Giulio Melzi d’Eril dei Duchi di Lodi, Don Luis Roberto Picchiani nipote di Alicia di Borbone Parma, il Conte Guido Anzilotti, il Conte Michel d’Aragona, Benedetta Gatti Dei, il Barone Fabrizio Formica di Cirigliano, il N.H. Paolo Erasmo Mangiante, i Nobili Lorenzo e Grazia Puccinelli Sannini, i Nobili Carlo e Stefania Vivaldi Forti, Fernanda Giulini Presidente dell’Ente Ville Versiliesi, Eugenio Virgillito presidente di Amitié Firenze, la N.D. Elisa Saccomano Burlamacchi, l’Avv. Prof. Fausto Giumetti della Federico II di Napoli, Nicola Santini esperto di bon ton, Roberto e Vanda Ceccatelli, la stilista di gioielli Sonia Avanzi, Leonardo Tozzi editore e direttore di Firenze Spettacolo, il giornalista Tommaso Gandino, Daniele Conti dell’Associazione i Cavalieri di Pisa, Laura Pochini, Niccolò Cesari, Domenico Savini, Claudio Klaus Savoldi Bellavitis, il Prof. Sandro Danesi, l’industriale lucchese Pietro Meschi, l’Avv. Tommaso Benucci, Cristiano Canese, l’esperto in diamanti GIA Davide Saetta, Marta Giglioli, Loretta Grazzini della rivista Forte100, il Notaio Gianluigi De Paola, l’Ing. Emanuele Leporelli, i galleristi pietrasantini Diego Bovecchi e Fiammetta Galleni, l’artista fiorentina Elisabetta Rogai e l’artista riccionese Erika Calesini.

Lascia un commento