XXVIII Palio dei rioni di Camaiore: tante le novità per l’edizione 2018

CAMAIORE – È stato presentato il XXVIII Palio dei rioni di Camaiore alla presenza del Sindaco Alessandro Del Dotto e del Presidente del Comitato Palio Carlo Rosi. Tante le novità nell’edizione 2018 a partire dai giochi che assegneranno l’ambito riconoscimento, vinto lo scorso anno dal rione Lido. Fa il suo ingresso nel programma il gioco delle “bandierine”, competizione ad eliminazione che vedrà tutti i quattordici rioni impegnati contemporaneamente. Innovazione sostanziale anche nel “tiro alla fune” che vedrà passare da sette a cinque i componenti delle varie squadre così da poter rendere più competitiva la tenzone più amata dai camaioresi. Infine nel gioco del “pit-stop” è prevista una vetrina per i giovanissimi atleti del Palio: saranno infatti due under 16 a completare la frazione dei piedi legati.

Il programma- Si partirà come da tradizione sabato 30 giugno dalle ore 21.00 in piazza XXIX maggio con la maratonina, la presentazione dei Rioni e l’elezione di Miss Palio. Il tema della serata sarà “Un Palio da Nazionale”: i vari rioni rappresenteranno le figurine di una virtuale compagine azzurra che andrà a riempire il vuoto lasciato dalla Nazionale italiana ai Mondiali di Russia 2018. Secondo appuntamento fissato per sabato 7 luglio: dalle 19.00 nel centro storico si terrà la sfilata storica, ancor più ricca grazie agli abiti e le coreografie medievali dei rioni, che convergerà verso lo Stadio Comunale dove dalle 21.00 si terrà “Palio’s Got Talent”, l’evoluzione della vecchia “corrida” in un vero e proprio spettacolo che omaggerà le varie espressioni del talento camaiorese. Si entra infine nel vivo del Palio con le quattro serate allo Stadio Comunale: da mercoledì 11 luglio a sabato 14 luglio, dalle ore 21.00, spazio ai giochi che assegneranno la XXVIII edizione del “cencio”. “Mi appello a tutti i Caporioni perché riescano a trasmettere agli atleti tranquillità e massimo rispetto per gli avversari e per gli arbitri. Auspico che sia sempre ben chiaro a tutti che il Palio è prima di tutto divertimento sano e consapevole: siamo sotto i riflettori della città perché per diversi giorni abbiamo l’onere e l’onore di rappresentare Camaiore”, le parole del Sindaco Del Dotto.

La storia del Palio dei Rioni di Camaiore

Il Palio dei Rioni nasce nel 1959 e visse la sua era “storica” fino al 1964. Successivamente la tradizione fu ripresa nel 1979 quando raggiunse nuovo fulgore grazie alla formula rinnovata con la sfilata storica dei rioni. Questa seconda parentesi ebbe vita fino al 1995 quando vi fu un nuovo stop. La rinascita è avvenuta nel 2008 per mano del Comitato Palio dei rioni Camaiore in collaborazione con il Comune di Camaiore: la terza vita della tenzone vede quattro giornate di giochi a cui si affiancano l’elezione di Miss Palio, la maratonina, la Corrida – oggi “Palio’s got talent” – e la sfilata storica. Le prove che assegnano i punteggi validi per la vittoria sono giochi tradizionali quali la corsa con i sacchi, la corsa con i piedi legati, il palo della cuccagna, la corsa con la secchia e il tiro alla fune che a Camaiore ha trovato terreno fertile con diverse formazioni che partecipano ai campionati nazionali di specialità. L’attività dei Rioni coinvolge anche i bambini con due progetti distinti: “Il Palio dei ragazzi”, che vede protagonisti i giovani delle varie contrade, e “A scuola di Palio”, progetto didattico inserito nell’offerta formativa del Comune di Camaiore con l’obiettivo di tramandare i valori di agonismo e di conoscenza delle radici storiche. Alle manifestazione si abbina anche il “Festival Canoro” che vede le contrade sfidarsi sul versante musicale. Al 2018 i Rioni in gioco sono quattordici: Frati, Portanuova, Vado, Casoli, La Badia, Tre Borghi, Marignana, Nocchi, Capezzano Pianore, La Rocca, Montemagno – Seimiglia, Pieve, Montebello e Lido di Camaiore, vincitore dell’edizione 2017.