Ex Edem, sopralluogo del consigliere regionale Stefano Baccelli

0

PIETRASANTA – Un sopralluogo per fare il punto degli interventi realizzati e da realizzare sulle ex miniere Edem. Il consigliere regionale Stefano Baccelli, presidente della commissione Ambiente, ha visitato il sito di Valdicastello, accompagnato dall’assessore comunale al ramo, Simone Tartarini e dal direttore delle aree minerarie, Giovanni Santomaso. Baccelli, arrivato con i consiglieri comunali del Partito Democratico, Nicola Conti e Rossano Forassiepi, ha incontrato i residenti della frazione e parlato a lungo con i rappresentanti del comitato tallio. Un colloquio seguito alla visita dell’impianto di Falascaia, voluta per riaprire il confronto anche sulla questione inceneritore. “Sono stati sopralluoghi utili – ha detto Baccelli – per tirare le somme su due casi che presentano tuttora elementi di criticità, anche se le pubbliche amministrazioni negli ultimi anni, su stimolo dei comitati, hanno dato segnali positivi d’intervento. Il primo obiettivo è quello di migliorare la comunicazione rispetto alle legittime e serie preoccupazioni degli abitanti che ancora permangono. Formalizzerò un atto in commissione Ambiente per dare mandato agli uffici della Regione di riepilogare lo stato dell’arte sulla situazione di entrambi i siti. Serve un focus su inceneritore, acque del torrente Baccatoio, discarica e caso tallio”.

 

Soddisfatto dell’incontro l’assessore comunale all’Ambiente, Simone Tartarini: “Abbiamo accolto ben volentieri la visita del consigliere regionale Baccelli, a cui ho rappresentato tutte le azioni che l’amministrazione comunale sta compiendo per la sistemazione e la bonifica delle ex miniere. Sono in corso di rimozione tre discariche minerarie e stiamo procedendo all’eliminazione di tutto l’amianto dai capannoni e dagli edifici dell’area. A Baccelli ho evidenziato la necessità di mantenere un rapporto di collaborazione con la Regione Toscana perché quest’ultima possa destinare nuove risorse al completamento della messa in sicurezza e bonifica della zona. L’amministrazione farà la sua parte, ma c’è bisogno di un intervento congiunto con l’ente regionale”.

 

No comments