Ex fidanzato ed ex suocera perseguitano una ragazza

PISA – Telefonate e messaggi assillanti, pressioni psicologiche, appostamenti ed intrusioni in casa. Tutto questo per convincere una donna a riallacciare una relazione ormai terminata.

Il questore di Pisa, al termine di una delicata istruttoria procedimentale, ha adottato nei confronti di madre e figlio, conviventi e residenti a Migliarino (Vecchiano), la misura di prevenzione dell’ammonimento del questore.
L’istruttoria amministrativa e le indagini della Polizia di Stato e dei Carabinieri della Stazione di Pisa-Migliarino hanno evidenziato una lunga serie di condotte persecutorie realizzate da queste due persone nei confronti della ex fidanzata del ragazzo per costringerla a riallacciare la relazione. Il comportamento assillante dell’ex fidanzato e dell’ex suocera hanno generato nella donna un perdurante stato di ansia e di paura fino a costringerla a cambiare le proprie abitudini di vita.

Quanto solamente ipotizzato nelle fasi iniziali della vicenda è stato repentinamente riscontrato, attraverso l’audizione di persone informate dei fatti, consentendo al questore di adottare il duplice provvedimento di ammonimento.