F-Light , Firenze si illumina in nome di Leonardo da Vinci

In memoria dei cinquecento anni dalla morte del Genio,  Firenze ripropone “F-Light”. Dopo il grande successo delle scorse edizioni,la città ha vestito i monumenti e le piazze di una luce tutta nuova. L’evento proporrà video-mapping, proiezioni, giochi di luce, mostre e installazioni artistiche, attività educative, visite speciali nei musei, spettacoli e incontri culturali in onore della genialità di Leonardo da Vinci. La proposta è stata curata da Sergio Risaliti con Carlo Francini, Referente Centro Storico Patrimonio Mondiale UNESCO, e realizzata da Fake Factory. L’iniziativa è organizzata grazie a SOGEMI Invest – Galileo Consulting for Communication.

I simboli del festival saranno perciò la fiammella che accende un lume nella notte, il filamento che si riscalda, la rete neuronale che si accende: chiari rimandi all’illuminarsi della mente, il pensiero che supera i limiti della conoscenza per osare il nuovo, per sperimentare, per innovare.

 

“Un’occasione per offrire esperienze artistiche e  installazioni luminose durante i giorni di festa dall’ 8 dicembre all’Epifania. – racconta alla stampa il Direttore Artistico, Sergio Risaliti- Quest’anno non potevamo non celebrare Leonardo da Vinci, artista e scienziato multiforme di rara e incommensurabile intelligenza, l’uomo che ha stravolto con immagini di enorme mistero e con invenzioni strabilianti gli uomini e le donne del rinascimento.”

 

Come di consueto saranno coinvolti numerosi spazi della città: su tutti Ponte Vecchio, Palazzo Vecchio, Palazzo Medici Riccardi, Piazza Santa Maria Novella e l’Oltrarno, con un’attenzione particolare alle Torri e alle Porte della città e ai quartieri fuori dal centro storico. Al centro di F-light c’è sempre la luce, fonte di energia universale.

Un festival d’effetti speciali senza precedenti, fatto di emozioni e traboccante di cultura. Un’idea inconsueta che ha ottenuto numerosi consensi nella passata edizione. Un aggregato di creatività, sperimentazione, innovazione, curiosità, inesauribile desiderio di conoscere e di capire: una manifestazione carica di meravigliare con video-mapping e giochi di luce, pensando soprattutto alle famiglie e ai bambini.

Sempre a Leonardo sarà dedicata un’esperienza multimediale sulla ricostrizione delle vicende storiche che portano allo scontro tra fiorentini e milanesi.  Un mostra digitale d’impianto alla Sala d’Armi di Palazzo Vecchio: un’esperienza multimediale incentrata sulla committenza del Soderini, quindi sulla sfida artistica tra Leonardo e Michelangelo, cui il Gonfaloniere chiese di raffigurare in affresco la Battaglia di Anghiari e quella di Cascina sulle pareti del Sala del Gran Consiglio di Palazzo Vecchio.