Fallimento Viareggio Patrimonio, bocciata la commissione indagine

0

VIAREGGIO – Fallimento Viareggio Patrimonio, bocciata la commissione indagine

“Con 11 voti contro 9  Del Ghingaro e la sua maggiorana ieri hanno respinto la mozione presentata l’8.4.2016 dal consigliere De Stefano di far luce sulle responsabilità etiche e politiche di coloro che hanno condotto al dissesto di oltre i 100 milioni di euro la società comunale”.

Lo scrive in una nota Peppino De Stefano:

“Egli così ha esordito in aula. Siamo nell’attualità. i gioielli di famiglia che il benemerito senatore Paolo Barsacchi aveva acquisito al patrimonio’ cittadino sono all’asta, GDG li svende. Iil brigantino Viareggio con GDG al timone e’ ora poco più che una zattera alla deriva, meglio un sobrio e modesto commissario prefettizio che un sindaco a mezzo servizio, la mattina dalle 9,30 alle 143,30, arrogante e presuntuoso come un podestà. Quando sedevo sui banchi di fronte alcuni di voi mi dicevate che la proposta era opportuna e da votare, ora che fate cliccate si oppure proni al padrone cambiate verso e votate no. il voto contro e’ da irresponsabili e per insabbiare la ricerca di verità. Il Del Ghingaro ha sempre sentenziato che anche senza commissione d’indagine si sarebbe fatta luce e sulla mala gestione e gli eventuali doli compiuti sarebbero emersi ed i rei perseguitati. Secondo GDG e dei consiglieri del cerchio magico, il liquidatore e/o curatore, esaminato i documenti contabili avuti, avrebbe scoperchiato la pentola del malaffare, sanzionato gli errati e/o dolosi comportamenti. Ebbene, sono qui’ tutt’orecchio per ascoltare le denuncie inviate alla procura a tutt’oggi? I reati etici o doloso emersi?

Chi di voi e’ in grado di nomare i soggetti od almeno uno alla sbarra, graticola, gogna mediatica o rinviato a giudizio per aver condotto al baratro la Viareggio patrimonio? Consiglieri con il vostro voto contrario non fate il bene della Città perché impedite che si scoprono i colpevoli del misfatto. Consiglieri pensate che Viareggio merita ciò? Prima il danno e poi la beffa con il vostro voto contro? Avanti colleghi e’ d’uopo un sussulto di dignità. È tempo che strappate il velo dell’ipocrisia se volete che la Città vi rispetti? Siate conseguenti a quanto da voi promesso in tempo elettorale, si “cambia verso”, votate si alla mozione che e’ un trasparente strumento per rendete giustizia a Viareggio ed ai viareggini. Volete che il popolino dica “che ha votato contro e’ in fin dei conti uno che è sodale e correo con i corrotti di ieri”. Se c’e’ in quest’aula un Ponzio Pilato, uno che per dubbi si  astiene e/o abbandona ne ha facoltà.

Caro Giorgio hai detto che con te Viareggio  “cambia verso”, dai, dai, dai pedala, rispetta gli  impegni presi ed il mandato ricevuto, in virtù dell’impegno della Rossella Martina, clicca si. Dai, dai fai l’appello di votare “si”. Poveri a noi, dice il consigliere Giuseppe De Stefano , nella speme che Viareggio salti il muretto che tu erigi e non faccia la fine della pavoncella. Si propaganda oltre il lecito il freddo ferro della ruota ambulante di piazza Pea ed il cuore mi si stringe perché penso al pavone dalle ali rotte che dava sovente l’evento dell’apertura della sua calda, fantastica, colorata, splendida ruota nel parco e che ignavi amministratori non hanno saputo proteggere. Dio ne scampi d’altri tre anni di re Giorgio in sella. Chi sa quant’altri dannosi eventi dovremo assistere se presto non si torna al voto per cambiar verso per d’avvero prima che la Città ne esca con le ossa rotte, come pria”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: