“Falso Binario”, proscioglimento in Corte d’Appello per lo scrittore Divier Nelli

VIAREGGIO – Sì è concluso questa mattina con un proscioglimento per intervenuta prescrizione, il processo a carico dello scrittore viareggino Divier Nelli, accusato di diffamazione aggravata della memoria di un defunto a mezza stampa. Nel 2004, nel thriller Falso Binario (Passigli Editore), Divier Nelli aveva ricostruito una vicenda che aveva scosso la nostra città in epoca fascista, indicando Marcello Casella come mandante dell’efferato delitto del diciottenne Ottavio Barsottelli. A difendere lo scrittore è stato l’avvocato penalista Aldo Lasagna. La sentenza è stata pronunciata dalla Corte d’Appello di Perugia, presieduta dal dottor Pierucci. Nel giugno 2010 il Tribunale di Perugia, in primo grado, aveva condannato lo scrittore a due mesi di reclusione,  pena sospesa,  per un caso che risale a quasi ottant’anni fa.

Lascia un commento