Ultime News

Falso carabiniere truffa un’anziana, arrestato

0

SIGNA – I Carabinieri della Compagnia di Signa, mentre svolgevano un mirato servizio finalizzato alla prevenzione dei reati in genere, sono intervenuti in via Leonardo da Vinci poiché era stata segnalata una persona, ben vestita, con cellulare ed auricolare che si aggirava con fare sospetto suonando i campanelli delle abitazioni ivi presenti. Una pattuglia del nucleo radiomobile si è subito recata nella zona con il forte sospetto che la persona segnalata potesse essere riconducibile alla commissione di truffe in danno di persone anziane, reato purtroppo particolarmente ricorrente. Arrivati nella zona indicata hanno notato un uomo, con fare distinto e ben vestito, con un auricolare che, con fare disinvolto, si avviava a piedi verso la Stazione ferroviaria. Ad un certo punto, il soggetto, dopo aver visto che i carabinieri lo stavano osservando, ha incominciato ad accelerare il passo, ma non è riuscito a sfuggire al controllo dei militari. Una volta fermato, l’uomo con tono rassegnato ha riferito ai carabinieri: “Mi avete preso, mi assumo la responsabilità delle mie azioni”. I successivi accertamenti hanno permesso di appurare che l’uomo si era  fatto consegnare, fingendosi un Carabiniere, la somma contante di 850 euro da un’anziana, classe ’32 che abitava in un appartamento in quella via. In particolare, i militari appuravano che la vittima, che si trovava in casa, poco prima delle ore 13:00, aveva ricevuto una telefonata da un uomo che qualificatosi come Carabiniere di Calenzano gli diceva che il figlio aveva investito una donna novantenne mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali e per ciò era in stato di fermo. Poi, passava la telefonata ad un altro uomo che si presentava come l’avvocato della donna investita; costui aggiungeva che se voleva evitare al figlio una denuncia avrebbe dovuto dare una caparra di 3.000 euro. Per convincerla l’anziana le facevano sentire anche la voce di un uomo che piangeva dicendo che era quella del figlio.  Il presunto Carabiniere aggiungeva che a breve si sarebbe presentato a casa della donna un suo collega in abiti civili per ritirare la caparra, ovvero la persona fermata. Si tratta di un uomo partenopeo di 37 anni, già noto alle Forze dell’Ordine, arrestato per truffa aggravata. Il denaro sottratto alla vittima, rinvenuto nella disponibilità dell’arrestato è stato restituito all’anziana.

No comments