Ferisce un connazionale con un coltello da cucina, nigeriano finisce in carcere

0

MONTECATINI TERME – Aveva ferito un connazionale con un coltello da cucina al culmine di un litigio  scaturito per futili motivi e innescato probabilmente dall’evidente stato di ebbrezza nel quale si trovava la sera dl quattro novembre scorso. Teatro dell’aggressione un abitazione di corso Roma, ove vivevano quattro cittadini nigeriani. La vittima era stata soccorsa e trasportata all’ospedale di Pescia ove i sanitari gli avevano riscontrato una ferita da taglio sulla guancia sinistra,  con una prognosi di 15 giorni. Anche l’aggressore era ricorso alle cure dei sanitari per contusioni al volto e ad un braccio. Ieri,  i militari  del Norm, che hanno condotto le indagini sull’episodio, hanno rintracciato l’autore del ferimento, S.D., 26enne nigeriano, clandestino e l’hanno arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, per le lesioni aggravate cagionate al connazionale 32enne. Dopo la formalizzazione dell’arresto è stato condotto al carcere di Pistoia.

Aveva asportato dagli espositori tre paia di occhiali del valore complessivo di 1500 euro, privandoli del dispositivo antitaccheggio,  ma i commessi del negozio si sono accorti delle sue manovre e hanno avvisato il 112. E’ accaduto nel tardo pomeriggio di ieri all’interno dell’ottica “Ruffo”  nel corso Giacomo Matteotti. G.S., la giovanissima autrice  del tentato furto, 19enne  cittadina bulgara senza fissa dimora  e già con qualche precedente di polizia alle spalle,  è stata presa in consegna dai militari del Norm che hanno provveduto alla immediata restituzione della refurtiva. La giovane è stata poi condotta preso il comando di via Tripoli in attesa della direttissima odierna.

No comments