Firenze ricorda la strage dei Georgofili: la campana della torre di Arnolfo dà il via al corteo

FIRENZE – Il suono delle chiarine sull’Arengario di Palazzo Vecchio, seguito dai rintocchi della campana della torre di Arnolfo, hanno dato il via al corteo che, con in testa il Gonfalone della città e il sindaco Dario Nardella, da piazza Signoria ha raggiunto via dei Georgofili nel 25/mo anniversario dell’attentato che causò la morte di 5 persone, 48 feriti e danni ingentissimi al patrimonio storico-artistico.

“Alle 1.04 del 27 maggio 1993 un devastante boato scosse #Firenze. Francesco, Angela, le loro figlie Nadia e Caterina e il giovane Dario vivono nei nostri cuori. #Firenze non dimentica, senza memoria non c’è futuro #Georgofili”, ha scritto Nardella in un tweet ricordano le vittime.

Accanto al sindaco il ministro per lo Sport Luca Lotti, il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, il vicepresidente della Regione Vittorio Bugli e il presidente dell’Accademia dei Georgofili Pietro Piccarolo. Nel corteo, tra gli altri, il deputato M5S Alfonso Bonafede.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: