CR7 al Franchi per la prima volta: attesa alle stelle per Fiorentina – Juventus

Sarà un Artemio Franchi gremito e rinnovato quello che accoglierà sabato pomeriggio, con calcio d’inizio alle ore 18, la corazzata bianconera di Massimiliano Allegri. Sono oltre 40mila i biglietti già venduti per la partita che, nel capoluogo toscano, è da sempre la più attesa dell’anno. Il Comune di Firenze ha fatto la propria parte per contribuire allo spettacolo, allestendo un nuovo impianto di illuminazione con luci led che esalteranno l’esterno dello stadio colorandolo di viola e degli storici colori dei quattro quartieri fiorentini. Anche la Torre di Maratona, che domina il Franchi, tornerà a vivere e si tingerà di viola gigliato grazie a particolari illuminazioni che sconfiggono i vetri opacizzati. E poi c’è la Fiesole. I supporters viola sicuramente non deluderanno le aspettative, tutti si aspettano la solita, grande coreografia, condita, perché no, da quella pungente ed unica ironia fiorentina.
E dalle ore 18 lo spettacolo si sposterà sul terreno di gioco. Sarà l’esperto Orsato a fischiare il calcio d’inizio di una partita che, per i padroni di casa, può e deve rappresentare la svolta stagionale. Gli uomini di Pioli vengono da cinque pareggi consecutivi, in casa non hanno ancora perso, ma il loro torneo ha bisogno di un’accelerazione netta, perché la classifica non è quella che società e tifosi si attendevano ad agosto. La difesa viola ha dimostrato finora buona solidità ed il reparto offensivo è tra i più vivaci e pimpanti del campionato. Tutti aspettano il Cholito Simeone, solo due reti per lui fino ad ora, che già nel 2016 colpì i bianconeri, quando ancora indossava la maglia del Genoa. La Juventus arriva al Franchi con la sicurezza di chi non ha ancora perso una gara di campionato, né una trasferta nell’intero 2018 (unica squadra dei maggiori campionati europei). Numeri da record ed entusiasmo alle stelle, per quella che in molti definiscono la ‘Vecchia Signora più forte di sempre’. Reduci dalla vittoria contro il Valencia in Champions, CR7 e compagni stanno annientando ogni avversario che si presenti al loro cospetto, grazie ad un’organizzazione di gioco strutturata e praticamente impeccabile. Ah, occhio a Mario Mandzukic: la Fiorentina è la sua vittima preferita in Serie A, con tre gol segnati nei sei incontri disputati. Difficile individuare i punti deboli della squadra di Allegri, più semplice invece, per i viola, provare a giocarsi le proprie carte con una partita coraggiosa ed a viso aperto.
Le formazioni:
Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Vitor Hugo, Biraghi; Fernandes, Veretout, Benassi; Gerson, Simeone, Chiesa. All. Pioli.
Juventus (4-3-1-2): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, De Sciglio; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Dybala; Cristiano Ronaldo, Mandzukic. All. Allegri.
Comunque vada, sarà un grande spettacolo.