“Forse era meglio se morivo”, la disperazione di “Spigolo”: dopo l’incidente ha perso il lavoro

0

VIAREGGIO – “Mi sto spengendo piano piano, sto cercando un lavoro per poter campare e trovo solo dei grandi muri. Ho avuto un terribile incidente con la moto ed ho rischiato la vita, e tutto questo per divertimento ma non ho ammazzato nessuno o rubato, per meritarmi tutto questo , forse era meglio se  morivo per non soffrire adesso”. Emaniele Gatti, testimone dell’accusa, tra l’altro, al processo delle donne scomparse, affida a Facebook la sua disperazione: “Dico questo perché mi sento abbandonato e solo contro questo mondo e sopratutto nella mia città dove sono nato .Detto questo non so che fine farò scusate il mio sfogo”. Era il giugno del 2015 quando Emanuele Gatti, biker delle Tartarughe Lente, conosciuto col soprannome di “Spigolo”, ebbe un brutto incidente in moto e finì in coma. Sulla via di Armi, al Cipollaio, cadde dalla sua due ruote e fu ricoverato in grave condizioni all’ospedale di Cisanello in coma farmacologico. I medici avevano provato a svegliarlo per qualche minuto, ma lo avevano subito risedato. Trauma toracico e cranico, emorragia polomonare, fu la diagnosi più grave. Poi fu operato alla spalla e all’avambraccio. Lui, muratore, dopo gli interventi, non è tornato più come prima e ha perso il lavoro, l’unico, che gli permetteva di vivere. “Questa è la storia di un amico che ha sempre lavorato contribuendo alla casse dello Stato  – commenta Giuliano Bandoni del motogruppo: “Poi succede l’incidente non sul luogo di lavoro ma nel suo giorno liberoe  finisce in rianimazione faccia a faccia con la morte. Per miracolo e per le cure ricevute riesce a sopravvivere con diverse problematiche, per un po’ viene assistito dal servizio sanitario, fino ad oggi completamente abbandonato fisicamente moralmente ed economicamente. Oggi non è piu il figlio dello Stato dove fino a ieri aveva pagato ma è figlio di nessuno, ridotto a dover dire era meglio se morivo”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: