Forte dei Marmi a Roma alla cerimonia dei Granatieri di Sardegna

ROMA – Il Consigliere Luigi Trapasso, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale di Forte dei Marmi, ha preso parte alla cerimonia organizzata a Roma da I Granatieri di Sardegna.

Il Comune di Forte dei Marmi, che ha avviato una importante collaborazione con una delle più gloriose specialità dell’Esercito Italiano, il cui epilogo avrà luogo con un prestigioso evento ad aprile, è stato invitato a partecipare, nella chiesa di Santa Maria degli Angeli, alla messa in suffragio di Don Alberto Genovese, Duca di San Pietro nell’anniversario della sua morte.

I Granatieri di Sardegna costituiscono la più antica unità militare d’Europa, 359 anni di tradizioni, 157 anni di fedeltà all’Italia, e ogni anno continuano a rispettare l’impegno preso 242 anni fa di onorare il Duca di San Pietro, figlio di Don Bernardino Antonio Genovese, fondatore del Reggimento di Sardegna nel 1744.

Nel 1776, suo figlio Alberto donò al Reggimento 120.000 lire vecchie di Piemonte,stabilendo l’uso della loro rendita in apposita scritta “testamentaria” per la costituzione e la successiva manutenzione della musica reggimentale, nonché per aiutare le vedove dei soldati caduti. Dispose, altresì, che venisse celebrato: “perpetuamente… anniversario in suffragio ed in memoria di esso, Sig. Duca Alberto, nel giorno anniversario della di Lui morte”.

La tradizione è perpetuata dai Granatieri di Sardegna discendenti in linea diretta dell’antico Reggimento di Sardegna.

Alla cerimonia hanno preso parte autorità politiche, militari e civili, tra le quali il Sottosegretario di Stato alla Difesa, On. Domenico Rossi, il Consigliere del Presidente della Repubblica per gli affari del Consiglio Supremo di Difesa, Generale Rolando Mosca Moschini, il Presidente del Centro Alti Studi per la Difesa (CASD), Generale di Corpo d’Armata Massimiliano Del Casale, il Sottocapo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Claudio Mora.