Forteto, Bergamini (FI) “Commissione inchiesta per scongiurare ripetersi fatti simili”

“Il 4 settembre si insedia la Commissione parlamentare d’inchiesta sui fatti del Forteto, una delle principali cooperative di Firenze per il recupero di minori provenienti da famiglie disagiate. Nel corso del tempo, il Forteto è finito al centro di ripetute vicende giudiziarie per maltrattamenti e abusi sessuali che hanno coinvolto il suo fondatore, Rodolfo Fiesoli, e parecchi dei suoi collaboratori. Una vicenda che per oltre 30 anni ha attraversato e scosso comunità mugellese e tutta la Toscana. Nel 2015, dopo avere ascoltato i racconti strazianti delle vittime sugli abusi subiti e accertati, avevo presentato una mozione in Parlamento per fare luce sulla vicenda e chiedere il commissariamento della struttura, su cui però il governo e il Pd diedero parere contrario. L’esigenza di chiarezza è un dovere al quale oggi , dopo anni di colpevole ritardo, lo Stato potrà assolvere, assumendosi la responsabilità, a nome di tutto il Paese, di fronte alle vittime di violenze. Sono onorata di essere stata designata dal mio partito per fare parte di questa Commissione, fortemente voluta da Forza Italia. Cercherò di dare tutto il mio contributo, assieme ai colleghi, per capire perché quella comunità sia stata accreditata come interlocutore istituzionale, e abbia continuato a godere di forti appoggi anche a seguito di provvedimenti giudiziari che riguardavano abusi sessuali commessi al suo interno. Mi auguro che anche grazie al nostro lavoro potremo finalmente scrivere le parole verità e giustizia sopra una delle più terribili pagine del nostro Paese, scongiurando che fatti simili possano ripetersi ancora”. Lo scrive in un post su facebook, Deborah Bergamini, deputata di Forza Italia.

bergamini