Fossa dell’Abate e inquinamento, gli imprenditori: “E’ l’ora di rimboccarsi le maniche”

0
LIDO DI CAMAIORE – Non è il momento delle polemiche, ma di rimboccarsi le maniche per risolvere la questione in tempi rapidi. La nuova tegola sulla stagione turistica (il divieto provvisorio di balneazione per un tratto di spiaggia accanto la Fossa dell’Abate) non scuote l’associazione albergatori, balneari e commercianti di Lido di Camaiore, impegnata nell’organizzazione di numerosi eventi per l’estate – prossimo dei quali 19-20 giugno dedicato alle biglie da guinness dei primati – per rilanciare l’immagine del litorale.
 
“Non è certo il momento di sollevare polemiche – dice Maria Bracciotti, presidente degli albergatori di Lido di Camaiore – ma di risolvere questa emergenza e di tutelare la stagione iniziata. Sappiamo che la questione è molto complessa, ed è giunto il momento che ognuno si assuma le sue responsabilità, a partire dal Consorzio di Bonifica, di Gaia e di chi ha le competenze per far sì che il sistema fognario dei quattro Comuni che affacciano sul mare sia adeguato. Non servono discorsi, ora è giunto il momento di capire chi fa cosa. Non si tratta di risolvere un emergenza, ma di pianificare un cronoprogramma di lavori. Mi auguro che le categorie siano invitate al tavolo con i quattro sindaci per risolvere il problema”.
 
Ribadisce il concetto anche Luca Petrucci, presidente dei balneari di Lido. “Sappiamo che i lavori di Gaia hanno una durata di 3-4 anni. Ma tutti i piccoli accorgimenti fattibili, dalla rimozione della alghe alla registrazione delle pompe di sollevamento e delle idrovore, deve essere fatto dagli enti preposti senza perdere tempo”.
 
Sulla stessa linea Carmelo Donzella, presidente del Libero comitato commercianti Lido. “Servono provvedimenti veloci perché la stagione inizi bene. Sono sicuro che le analisi hanno dato quel risultato anche a causa del mare mosso e di correnti particolari. Vedremo le prossime analisi cosa diranno. Comunque non è tempo per le polemiche, ma di avviare un percorso operativo, anche con le due nuove amministrazioni insediate a Viareggio e Pietrasanta”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: