Francesco Lollobrigida a Lucca: c’è aria di cambiamento, cittadini determinati a mandare a casa la sinistra

LUCCA – Un appuntamento davvero sentito e partecipato quello che si è svolto ieri in Piazza San Frediano a Lucca, che ha visto protagonista il Capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera Onorevole Francesco Lollobrigida. Una giornata di confronto su idee e progetti per la Toscana in vista della imminente tornata elettorale insieme al Deputato di FDI Riccardo Zucconi, eletto proprio nel collegio di Lucca e ai candidati in consiglio regionale della lista di Fratelli d’Italia a sostegno di Susanna Ceccardi Presidente.

“L’unità del centrodestra, la compattezza, la voglia di fare e il desiderio di cambiamento saranno determinanti nel mandare finalmente a casa la sinistra – afferma Lollobrigida. Una sinistra che nei decenni ha fatto solo danni e che ha contribuito ad impoverire questa bella regione. Una signora questa mattina mi ha dato un volantino elettorale di Eugenio Giani di ben 30 anni fa: stenterete a crederci, ma presentava le stesse proposte di oggi, segno non solo che in tutti questi anni niente è stato fatto per la Toscana, ma anche di una politica stantia che fatica a trovare proposte innovative e funzionali. Un esempio? Ho percorso poco fa la Fi-Pi-Li, una strada pericolosa che da anni è al centro di discussioni e proposte di miglioramento. Ma anche in questo caso i risultati sono pari a zero. E poi ancora: sanità, scuola, infrastrutture: la sinistra – conclude – ha portato la toscana al collasso, un immobilismo che questa volta può e deve finire”.

“L’unico partito che può riportarci ai valori che contano è Fratelli d’Italia – commenta l’Onorevole Riccardo Zucconi – valori come Dio, Patria, Famiglia tanto odiati e osteggiati dalla sinistra che cerca dopo giorno di imporci una censura ideologica. Con l’ autunno forse ci sarà una ripresa del virus, ma sicuramente dovremmo affrontare l’aggravarsi della crisi economica e se permettiamo al governo Pd-5Stelle di gestire i 200 miliardi del Recovery Fund possiamo stare certi che da questa crisi non usciremo. In Toscana abbiamo finalmente l’ opportunità di dire basta – conclude: la prossima domenica facciamoci sentire”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: