Francobolli e cartoline per ricordare l’uragano

0

PIETRASANTA – Poste Italiane commemora l’evento calamitoso dello scorso 5 marzo con francobolli speciali e tre cartoline filateliche. La vignetta del bollo filatelico, voluto dal Comune di Pietrasanta e dalla Presidenza del Consiglio Comunale, è un disegno che rimanda al catastrofico evento atmosferico del 5 marzo 2015, quando una tempesta di vento fece devastò il territorio, dando  un colpo durissimo al patrimonio arboreo  (oltre 15.000 piante danneggiate o abbattute); tale evento viene ricordato da una mostra fotografica e da altri eventi organizzati dal Comune stesso.

Per l’occasione Poste Italiane ha realizzato tre cartoline filateliche sulle quali verrà apposto l’annullo, tutte e tre tratte da foto di Emma Leonardi: una panoramica della Piazza del Duomo di Pietrasanta, dalla Rocca di Sala; un albero spezzato sulla battigia (immagine integrata da grafica di petrartedizioni), un’immagine  del pontile di Marina di Pietrasanta al tramonto, su cui campeggia la silhouette del David di Michelangelo.

Durante lo svolgimento del servizio filatelico temporaneo, presso la postazione allestita da Poste Italiane, si potrà inoltre usufruire del servizio di bollatura filatelica, di accettazione e invio della corrispondenza, di vendita francobolli e prodotti filatelici selezionati per l’occasione.

Le vignette dei francobolli scelti per l’annullo filatelico raffigurano: Il David di Michelangelo, richiamato anche nella cartolina del pontile, a testimonianza dei periodi che il sommo artista trascorse in queste terre per scegliere i marmi più belli con cui realizzò i suoi capolavori; una veduta del litorale di Marina di Pietrasanta; una raffigurazione di alberi squassati dal vento,  richiamando quindi l’evento di cui il Servizio Filatelico Temporaneo sarà memoria.

L’annullo filatelico sarà disponibile per i successivi sessanta giorni, presso il servizio Commerciale della Filiale Poste di Lucca in Via Vallisneri  (Lu). Alla scadenza del periodo il bollo speciale, realizzato in occasione dell’evento, sarà conservato negli archivi del Ministero dello Sviluppo Economico – Museo Storico Postale delle Comunicazioni.

No comments