Frontale fatale, oggi due anni fa morì a Sarzana un agente della Polstrada di Viareggio

SARZANA – ( di Letizia Tassinari ) – Due anni fa, oggi, l’incidente fatale, ad Arcola, nei pressi di Sarzana. A perdere la vita fu un agente della Sottosezione della Polstrada di Viareggio, Alessio Errico Sponcichetti, 40anni di Vezzano Ligure. Il poliziotto, libero dal servizio, era in sella alla sua moto quando ebbe un frontale con una vettura sulla Statale Aurelia. Sposato, lasciò la moglie e due bimbi di 9 e 6 anni. Sponcichetti, poliziotto modello, era stato premiato con numerosi riconoscimenti, dovuti al suo impegno profuso nelle operazioni di soccorso sia durante le alluvioni che hanno colpito la Versilia che nella strage di Viareggio del 29 giugno 2009, quando morirono bruciate nelle fiamme 32 persone e un intero quartiere andò distrutto dal gas Gpl sprigionatosi dalla cisterna del treno merci deragliato in Stazione . Un ricordo speciale, oggi, p dovuto ad Alessio, soprattutto da chi, come l’autrice di queste poche righe, lo ha conosciuto personalmente, sa, e ricorda, il suo grande lavoro svolto con dedizione alla Polstrada viareggina, nella sua “squadra A”, come avevno ribatezzato la pattuglia i colleghi. Una squadra speciale, con all’attivo tante operazioni in A12, con un fiuto speciale nel fermare auto sospette ed arrestare trafficanti di droga in transito sull’autostrada Genova Livorno. Un lutto senza fine tra tutti i poliziotti al comando del vice questore aggiunto Salvatore Ripa e del comandante provinciale Calogero La Porta. Una tregedia inaspettata della quale nessuno sa ancora darsi pace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: