Furti a Prato: denunciato un trentanovenne rumeno

PRATO – Nella decorsa notte, alle ore 1.15 circa, un equipaggio delle Volanti veniva inviato in viale Galilei, per segnalazione di furto commesso da ignoti all’interno di una delle camere di un residence. Sul posto gli Operatori della Polizia di Stato apprendevano dai tre stranieri ospitati nel residence, rispettivamente due cittadini austriaci e un ugandese che, al loro rientro, avevano constatato che ignoti ladri si erano introdotti nella loro camera, appropriandosi di svariati documenti personali come passaporti, biglietti aerei, carte di credito, nonché denaro contante per circa 200 euro, oggetti ed effetti personali. Gli Agenti, dopo aver invitato i predetti a formalizzare denuncia sull’accaduto, effettuavano una vasta battuta di ricerca in zona, notando poco dopo un individuo sospetto lungo viale Galilei il quale, fermato e identificato per un trentanovenne rumeno, in Italia s.f.d., pregiudicato per reati specifici, risultava avere caratteristiche somatiche simili a quelle osservate precedentemente in uno dei due individui introdottisi nel residence nella notte, ripresi nelle registrazioni delle telecamere di videosorveglianza interna al residence, che li avevano inquadrati per alcuni istanti. Condotto in Questura, poco dopo il rumeno ammetteva di essere uno degli autori del furto, facendo ritrovare agli Agenti parte della refurtiva, nascosta lungo il greto del fiume Bisenzio, sotto Ponte Datini, che veniva stata poi restituita ai legittimi proprietari, mentre il pregiudicato è stato denunciato in stato di libertà per il reato di furto aggravato, in concorso con persona al momento ancora da individuare.

 

Furti