Gatti scomparsi, tornano i cani molecolari a Torre del Lago. Tante famiglie ancora sperano e cercano

Gatti scomparsi Torre del lago

TORRE DEL LAGO PUCCINI – Tornano in azione i cani molecolari a Torre del Lago Puccini. Sì, perché purtroppo ci sono ancora tante persone che aspettano di ritrovare i propri gatti, scomparsi nel nulla da qualche mese a questa parte. Un fenomeno che non ha ancora avuto del tutto – e purtroppo, dobbiamo dirlo – fine. Sono 26, ad oggi, i gatti di cui non si ha più traccia. L’ultima sparizione risale a pochissimi giorni fa. Ed è per questo che è stato richiesto, dai proprietari, un nuovo intervento dei cani molecolari. Sono tutti svaniti nel nulla dal viale Puccini e dalle alcune stradine interne. 

Gatti abituati a stare a casa, con cibo, cure e affetto sempre a disposizione. Per molti animali è stata sporta regolare denuncia contro ignoti ai Carabinieri per maltrattamento/sottrazione di animali domestici. 

Le indagini sono in corso, ma è importante ribadire che purtroppo quando accade una cosa del genere la frustrazione è tanta. Chi ha un animale lo sa: diventano parte delle nostre famiglie. Il non sapere cosa sia potuto accadere loro è l’aspetto peggiore. Maltrattamento, “rivendita” o altre ipotesi cominciano a farsi spazio e la risposta è comunque comune: inconcepibile. Inconcepibile pensare che qualcuno possa maltrattare un essere indifeso, inconcepibile pensare che qualcuno possa anche solo pensare di poter prelevare gatti ben tenuti e palesemente casalinghi, per poterne fare ciò che vuole. 

“Inutile dire che abbiamo scritto veramente a chiunque”, raccontano alcune delle persone che stanno subendo questa situazione. Gli appelli e le richieste di condivisione e collaborazione hanno riguardato associazioni ed enti preposti. 

E’ sempre altissima l’attenzione anche sui social, in particolare sul gruppo “Il mio gatto sparito da…”, creato proprio con l’obiettivo di rendere tempestiva la comunicazione su eventuali avvistamenti, segnalazioni. Da quel giorno di qualche mese fa il gruppo, dall’essere locale, si è allargato sempre più, dando spazio a tutte le persone, in tutta Italia, che chiedono un aiuto nel cercare il proprio animale. Perché la condivisione e il senso di comunità  – o community, se vi piace di più l’inglese – sono estremamente importanti in queste situazioni. Sapere che gli occhi delle persone a noi vicine (e non  solo), sono anche i nostri occhi, sapere che l’attenzione non è calata, è estremamente importante. “Due gatti sono tornati a casa impallinati”, raccontano anche gli abitanti della zona. E purtroppo, ai gatti spariti, vanno aggiunti due felini trovati deceduti, di cui uno per avvelenamento.

Essendo quella di Torre del Lago una zona molto residenziale – con stradine interne, giardini e poco traffico – tanti gatti, giovani e più anziani, sono abituati a fare il loro “giretto” per prendere un po’ d’aria. Questo non autorizza il prelevamento da parte di altri. Si spera che l’introduzione dell’obbligatorietà del microchip per tutti i gatti nati o acquisiti a partire dal 1° gennaio 2020 vada ad incidere fortemente su questi brutti episodi, sia qui, che in tutta Italia. Spesso e volentieri leggiamo di persone che ritrovano il proprio animale dopo mesi e mesi di tribolazioni, in luoghi che neanche avremmo immaginato, oltre i limiti del Comune o addirittura di Regione. 

Inconcepibile.

AC

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: