GdF, chiuso il piano dei controlli estivi. Il generale Toschi: “Interventi anche su piccoli pezzi di illegalità”

0

ROMA – GdF: si chiude il piano dei controlli estivi a tutela delle imprese e dei consumatori

– 21.000 le operazioni a favore del turismo e a difesa dell’estate, 350 al giorno; – 950 i venditori abusivi individuati; – scoperto stabilimento balneare pericolosamente ricavato nell’alveo di un torrente; – 700 i casi di affitti “in nero”, tra cui una villa “di lusso” con piscina; – 3.000 i lavoratori irregolari, di cui 37 “acinellatori” di grappoli d’uva impiegati da “caporali” in agricoltura; – sequestrati e tolti dal mercato 22 milioni di prodotti contraffatti, tra i quali bevande vendute da ambulanti anche a prezzi cinque volte superiori a quelli di mercato; – money transfer: identificati 1.500 soggetti.

Il Generale Giorgio Toschi: “Interventi anche su piccoli pezzi di illegalità che, oltre a un’importante opera di prevenzione, talvolta forniscono elementi utili alla scoperta di puzzle criminali grandi e molto difficili da assemblare”.

Si è chiuso il piano straordinario delle Fiamme Gialle partito a luglio. “Molti i controlli e le violazioni riscontrate”, ha affermato il Comandante della GdF. “Sono state eseguite azioni e attività per sostenere l’economia sana del Paese, spesso compromessa da subdole forme di concorrenza sleale”. I dati di miglioramento di settore dimostrano che siamo sulla giusta strada”.

L’estate 2017, infatti, come riportato da Coldiretti, sarà ricordata come una delle più felici per il turismo italiano da dieci anni a questa parte, anche se “resta ancora molto da fare” – ha commentato Toschi.

“Con la stagione fredda la Guardia di Finanza continuerà ad assicurare la sua opera di prevenzione e repressione degli illeciti che danneggiano l’economia legale – ha ripreso Toschi – sia con indagini di polizia economica e finanziaria complesse e articolate nei confronti dei fenomeni criminali più rilevanti, sia con controlli di tutti i giorni, rivolti a manifestazioni diffuse di illegalità. Sotto il primo profilo, le cronache quotidiane testimoniano le grandi operazioni che il Corpo sta conducendo su molteplici versanti: dalla lotta alle frodi fiscali e alla corruzione, al contrasto del riciclaggio e della criminalità economica e organizzata su scenari finanziari internazionali. L’impegno delle Fiamme Gialle proseguirà anche sotto il secondo profilo, per continuare a contrastare le perniciose irregolarità di meno evidente gravità, irregolarità che non si esauriscono con l’arrivo dell’autunno, ma persistono anche in inverno, come accade per gli affitti “in nero”, il commercio dei “falsi”, il contrabbando di carburante”.

No comments