Gesù Bambino nero a Viareggio, e sui social scoppia la polemica: al cattolico Santini piace

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Gesù Bambino nero, nel piccolo presepe allestito in Passeggiata a Viareggio. E sui social scoppia la polemica. Un caso, insomma, su cui oggi, soprattutto su Facebook, sono stati tanti i commenti. A Viareggio, si sa, basta poco per far scattare la diatriba. “Questa è un offesa al nostro credo, e alla nostra religione”, sbotta qualcuno. Mentre altri fanno notare l’incongruenza del bambinello di colore con accanto Maria e San Giuseppe bianchi. “E’ forse un migrante arrivato di fresco?”, chiede una donna.  “A Viareggio la tradizione ha dovuto cedere alla strumentalizzazione”, commenta la consigliera regionale della Lega Elisa Montemagni: “Non c’è dubbio che Gesù rappresenti tutti i cristiani e certo, ogni modalità con la quale egli viene rappresentato non e’ un problema. Ma la palese ostentazione di buonismo a fine propagandistico è di un’evidenza tale che a nessuno sfugge”. Voce fuori dal coro, fortunatamente, in un proliferare di razzismo,  davanti a un Gesù portatore di pace, di uguaglianza e rispetto, molto probabilmente anche da parte di chi, nel giorno di Natale, è andato a messa, il coordinatore di Forza Italia, Alessandro Santini: “A me il Bambin Gesù nero in Piazza Mazzini a Viareggio, non dispiace affatto, anche perché un bambino nato Betlemme, da genitori di Nazaret, morto a Gerusalemme, sicuramente non era di carnagione bianca, non aveva i capelli biondi e gli occhi azzurri”. Cristo, viste le origini, sicuramente, non era di “pura razza ariana” e intanto, sempre sui social, è partito l’hastag: #JesuisBlackJesus

No comments