Giovane investito dal treno: si esclude l’ipotesi suicidio

PISA  – La Polfer lavora ancora per fare luce sulla morte di Simone Bertoli, il giovane 20enne di Santa Luce che ieri mattina, 27 gennaio, ha perso la vita alla stazione di Navacchio, colpito da un treno.

Gli ultimi accertamenti, grazie anche alle telecamere di sorveglianza, avrebbero escluso l’ipotesi del gesto volontario. Da quanto ricostruito il ragazzo tornava da una nottata in discoteca verso la casa del padre, a Cecina. Al momento dell’impatto, poco prima delle ore 6, si trovava troppo vicino ai binari, non essendosi reso conto dell’arrivo del treno.

Il colpo è stato avvertito dal macchinista, che una volta a Cascina per verificare cosa potesse essere siccesso. Non appena ha capito ha dato l’allarme, attivando così le indagini.