Giovani artisti da tutto il mondo si confrontano con il paesaggio del Massaciuccoli

Domenica 1^ maggio 2016, nel complesso di “La Brilla”, Porta del Parco di Migliarino San Rossore e Massaciuccoli, per tre settimane, ha preso il via la seconda fase di sperimentazione della nascente Scuola Internazionale di Pittura del Paesaggio in collaborazione con la Cattedra di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Oltre cent’anni dopo l’edenica visione che del Lago seppero darcene i Pittori della Bohème, qual è oggi l’immagine che ce ne rimane? E come la pittura può tornare a farsi coscienza del mondo che circonda e dello stato in cui versano le cose? È questa l’ambiziosa scommessa che hanno accolto una quindicina di giovani artisti dell’Accademia di Belle Arti di Firenze e provenienti un po’ da tutto il mondo.

In un grande atélier comune, approntato nel complesso de La Brilla, sotto la guida dello scultore Adriano Bimbi, i giovani artisti torneranno ad esercitare la “coscienza dello sguardo” su un territorio di così straordinaria rilevanza ambientale, storica ed estetica. “LO SPIRITO DEL LAGO, Il paesaggio come ritratto e come partitura musicale” è il tratto tematico già scelto dai giovani artisti del primo incontro seminariale aperto al pubblico che si terrà giovedì 5 maggio alle ore 17.00 presso la Sala Conferenze della Brilla, curato da Giuseppe Cordoni, poeta e critico d’arte, coordinatore del progetto, con la partecipazione di personalità del mondo culturale del territorio.

“Si è di fronte ad un’esperienza assolutamente originale nel panorama artistico versiliese su cui molto scommette il Comune di Massarosa – dichiara il consigliere comunale delegato alla Cultura, Federico Pierucci- che  ci proponiamo di sviluppare in collaborazione anche con il Comune di Viareggio e la Fondazione Festival Pucciniano.”

 

Lascia un commento