Google Summer Trends 2015: “Toscana” tra le parole più cercate sul web

0

(di Marta Del Nero) – “Toscana” è una delle parole più cliccate sul web; è il Google summer trends 2015 a riportarlo, ponendo la bella regione nella graduatoria delle mete-vacanza più ambite da italiani e non. Trionfano sul podio della top ten Grecia, Puglia e Croazia, mentre il nono posto se lo aggiudica proprio la terra di Dante, ponendosi in testa rispetto alla Corsica.  In pole position per il fenomeno del wedding tourism (letteralmente “turismo da matrimonio”), la Toscana resta impressa nei cuori e sui monitor di un numero di stranieri in esponenziale aumento, che prediligono le sue colline o città d’arte come location per la pronuncia del fatidico “sì”.

Sono, tuttavia, numerose le parole-chiave più cercate nell’incipit di questa calda stagione; una lunga lista che il google trends ha adeguatamente suddiviso per settori e, in perfetto accordo con l’imperativo estivo del “corpo da spiaggia”, tra le categorie più cliccate non potevano mancare “costumi da bagno” e “diete”. Perdura incontrastata la Dukan a dominare la classifica, seguita dalla mediterranea e la zona, mentre acquistano rilievo la Plank e la chetogenica.

In continuum tematico figurano le “calorie più cercate” tra le quali spiccano ciliegie e banane e l’indiscussa pizza margherita, mentre nelle “ricette”si riscontra la vittoria di vegetariani, vegani e di tutto il parterre animalista. Se il cibo fa da perno alla maggior parte dei click in rete, ai vertici delle ricerche permane l’Expo. È, infatti, l’evento più discusso del 2015 a contendersi i primi posti del Summer trends assieme alla “crisi greca”.
Interessante, inoltre, notare come focalizzandosi sulle sole ricerche web più attuate dai toscani emergano termini quali Rinascimento e Paolo Ruffini, testimoni di un animo nostalgico per un passato glorioso ed un senso di comicità che contraddistingue inesorabilmente gli abitanti della regione.

Un metodo semplice ed efficace, quello del Google trends, che riflette appieno una società dai mutevoli interessi e dalle mode effimere. Dal colore del vestito al colore dello smalto, dall’arricciacapelli più funzionale al modello di bikini più adatto, tutto rimanda ad una spasmodica ricerca dell’omologazione e dell’adesione ad uno standard imposto. Resta, tuttavia, un interrogativo sospeso per il termine in assoluto più cliccato:“bidet”.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: