Ascolta l’intervista: Grandi investimenti nei porti di Livorno e Piombino, il futuro del gruppo Moby Spa

di Michele Piccoli – Il gruppo Moby spa, tra i maggiori in Europa per il trasporto Marittimo, arrivata alla sesta generazione vede a capo della società fondata da Achille Onorato il nipote di cui porta lo stesso nome.
Oggi è proprietario di una flotta di traghetti, rimorchiatori e navi da crociera nel Baltico e gestisce di traffici marittimi nel mediterraneo, con le navi della Ex Tirrenia (compagnia di stato acquisita nel 2006), della Moby Lines e quelle regionali della toscana sotto l’insegna Toremar.
Il gruppo, assieme all’armatore Aponte (gruppo MSC) ha vinto la gara per la gestione del porto di Livorno e Piombino ma per problemi legati ad un inchiesta che ha visto coinvolti i vertici della Porto Autority (presunte irregolarità sulla concessione degli approdi) ha visto ritardare l’affidamento definitivo e con esso l’inizio di una serie di investimenti milionari di cui l’Amministratore Delegato Achille Onorato ci parla nell’intervista .
Moby ha da poco firmato una commessa per la costruzione in Asia di due mega traghetti che saranno i più grandi del mondo e che verranno impiegati nelle rotte per la Sardegna. Vi è poi un progetto il completamento della costruzione di navi Ro Pax di nuova generazione. Il presidente del gruppo, Vincenzo Onorato (padre di Achille ) è impegnato in una battaglia affinché sulle navi che operano sulle rotte Italiane siano impiegati solo marittimi Italiani e contro gli armatori che utilizzano personale extracomunitario a bassa retribuzione, creando quindi danni ai marittimi nostrani che devono affrontare una concorrenza al ribasso per poter lavorare.
L’intervista di Michele Piccoli all’ Amministratore Delegato Achille Onorato