Guida in stato di ebbrezza, lesioni e falsità ideologica: denunciato operaio

PISTOIA – Denunciato per guida in stato di ebbrezza, lesioni personali stradali gravi e falsità ideologica un operaio 59enne di Massa e Cozzile.

I militari della stazione di Pescia,  erano  intervenuti in località Alberghi per un sinistro stradale nel corso del quale una Opel Meriva,  condotta da dal 59enne che si trovava in compagnia della moglie, aveva invaso la corsia opposta urtando frontalmente una Fiat Panda, sulla quale viaggiava una coppia di anziani di Massa e Cozzile.

Proprio la coppia di anziani  aveva riportato le conseguenze più gravi con 60 giorni di prognosi per la conducente 84enne e 25 giorni per il marito 87enne,  entrambi soccorsi e trasportati presso il locale ospedale, così come la moglie 57enne  del  conducente della Opel,  refertata con 20 giorni di prognosi.

All’operaio 59enne invece, rimasto illeso, i militari  al termine degli accertamenti del caso, hanno contestato la responsabilità del sinistro, accertando che l’uomo guidava in stato di ebbrezza e che  nella prima versione fornita ai militari intervenuti aveva dichiarato falsamente che alla guida dell’Opel  vi era la moglie. All’uomo  al quale è stata ritirata la patente di guida, sono state contestate varie violazioni di norme comportamentali del codice della strada.

Entrambi i mezzi sono stati rimossi a cura del servizio ACI di Montecatini e posti sotto sequestro.

Lascia un commento