“Hitler in edicola: offesa a S.Anna di Stazzema e a tutte le vittime nazi-fasciste”

1

STAZZEMA – “Da sabato 11 giugno troveremo in edicola il testo cardine del nazismo: un’ offesa a S.Anna di Stazzema e a tutti quei luoghi vittima di stragi nazi-fasciste”. Lo afferma in una nota Mario Navari, dopo che il quotidiano Il Giornale ha scelto di omaggiare i propri lettori del Mein Kampf, libro di Hitler di cui la pubblicazione è rimasta vietata fino alla fine del 2015, da quando sono scaduti i diritti detenuti dalla Baviera. “Sarà distribuita l’edizione del 1934 – spiega Navari -, con la prefazione di Francesco Perfetti, professore che ha dedicato la sua carriera di studioso prevalentemente al fascismo, al movimento nazionalista, al sindacalismo fascista.  Tale testo rappresenta il programma del partito nazista con l’esaltazione del militarismo, dell’antisemitismo, dell’intolleranza che si è poi tradotto nelle leggi razziali e nello sterminio dei campi di concentramento. Un manuale dell’orrore dove si arrivò a scrivere che la distruzione del debole e del malato è molto più umana della loro protezione. Anche in Germania è stato possibile ristamparlo ma solo con note di validi e preparati storici per dimostrarne i vari elementi: la falsità, la ferocia, la pazzia, l’ignoranza, la pericolosità, ecc. In Italia verrà distribuito dal quotidiano di Sallusti e Feltri
(quello con Mussolini sulla scrivania), con editore Berlusconi. Sempre in Italia abbiamo visto quel testo messo in pratica: lutti, persecuzioni, sofferenze con stragi come quella di S.Anna di Stazzema. Da questi luoghi simbolo parta l’indignazione per tale operazione commerciale inqualificabile”.

1 comment

Post a new comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: