Ultime News

Hot-zone …… ‘la cartina geografica dell’eccitazione’

0

( di Patrizia Mascari ) – Hot-zone …… ‘la cartina geografica dell’eccitazione’
Stiamo parlando delle zone erogene, quelle aree più o meno estese del corpo che, se stimolate, accendono rapidamente il desiderio attraverso l’invio di segnali nervosi ad alcune aree del cervello. Accendono un circuito che favorisce l’incontro sessuale, nutrendo il desiderio e amplificando il piacere, un effetto afrodisiaco del tutto naturale!
Le regioni del corpo sensibili alla stimolazione dell’eros sono molte e talvolta ve ne sono alcune davvero insospettabili e perciò ignorate: capelli, barba, naso, braccia, piedi, ad esempio. Possiamo solleticarle nei modi più diversi ad esempio baciandole, accarezzandole, morsicchiandole. Alcune zone più estese, come la schiena, possono essere massaggiate con le mani, meglio se rese scivolose da profumati oli aromatici, ma anche con l’ausilio di oggetti ad hoc, come piccole piume, il ghiaccio per i più impavidi, molto probabile tutto ciò sortisca effetti piacevolmente conturbanti!
In realtà poi ognuno ha le sue personalissime zone erogene, è sufficiente dedicarsi al gioco dell’esploratore per scoprire che il/la partner trova piacevole lo sfioramento della parte ‘più innocente’ del suo corpo, come il collo del piede, il volto, il baffo, le ascelle, la nuca, i glutei e chissà quale altra!
Lei è più lenta a scaldarsi? Non sottovalutate un bel massaggio rilassante nei preliminari, specie su alcune parti estremamente sensibili al tatto e quindi alle carezze od ai ‘grattini’ con la punta delle unghie. Potrebbe rivelarsi decisamente apprezzabile un leggero accarezzamento del volto e del collo, delicate digito-pressioni sull’arco sopracciliare e le tempie, un delicato ‘grattino’ che risale dalle mani fino alle ascelle! Una discreta sensibilità è quella dell’area in corrispondenza dell’osso sacro, come pure, essendo ricchi di terminazioni nervose, i lati della colonna vertebrale.
Tanto più sarete abili nel massaggio tanto più il rilassamento muscolare, assieme ad una successiva e graduale stimolazione delle zone erogene più attigue alle parti genitali (monte di venere, zona inguinale e perineo) potrà predisporre la vostra Lei ad essere sessualmente disponibile!
Fra le hot zone è da includersi l’orecchio, naturalmente, non solo per la sua sensibilità tattile ma anche come canale per sussurrare parole al cervello: molti infatti trovano irresistibile il soft-talk, che consente di svegliare la fantasia, elemento essenziale per accendere l’interruttore del desiderio!
RubriSex la rubrica di sessuologia è tenuta da:
Patrizia Mascari, Psicologa, Consulente di coppia è Professore a.c. UNIFI, Autrice di numerose pubblicazioni, tra cui “L’immaginario, Fantasie e Sessualità’ ed. Franco Angeli. Per ulteriori informazioni la dottoressa è contattabile all’indirizzo mail: pamasca@tin.it.
Luca Lunardini Medico-Chirurgo, Specialista Urologo con incarico di Alta Specializzazione in Andrologia, dirigente medico presso la Unità Operativa di Urologia della A.S.L. 12 Versilia. E’ contattabile, per qualsivoglia approfondimento, via email al seguente indirizzo: luca.lunardini1@tin.it

No comments