I Carabinieri raccomandano: a Capodanno non usate botti scaduti

Non usare botti scaduti perché possono esplodere in modo incontrollato. Questa una delle raccomandazioni degli artificieri dei carabinieri del comando provinciale di Firenze per Capodanno. “Una cosa molto banale che tanti sottovalutano è la data di scadenza – dice il luogotenente Giovanni Severini – Un artificio pirotecnico scaduto è estremamente pericoloso, non ha più i requisiti di sicurezza, si può trasformare e esplodere in maniera non regolamentare ferendo gravemente chi lo maneggia o accende”. Altri consigli: “Non accendere botti inesplosi”, usare gli artifici “lontano da persone e da materiale infiammabile” e assicurarsi che sul petardo ci “sia l’etichetta con la classificazione del ministero dell’Interno”. Fare attenzione ai vestiti: “Non indossare indumenti di pile o di fibra sintetica o acetati” perché facilmente infiammabili. “Per noi è anche importante tutelare gli amici a quattro zampe – aggiunge il maresciallo Sabina Davighi – L’udito estremamente sviluppato subisce ripercussioni notevoli”.