“A Pescia i cartelli stradali che indicano la presenza di bambini non si possono mettere…”

Stupore ed incredulità ha suscitato nel consigliere Giacomo Melosi e nel coordinatore comunale di Fi Pescia, Manuela Angeli, la bocciatura della mozione di cui sono coautori e con la quale chiedevano la possibilità di installare cartelloni indicanti la presenza di bambini in precise zone della città.

“Di cartelli indicanti che nelle vicinanze ci potrebbero essere bambini che giocano ce ne sono in moltissimi comuni d’Italia, anche molto vicino a noi, ma secondo l’assessore alla politiche sociali Fiorella Grossi e la maggioranza consiliare, seguendo un parere tecnico che ha mal interpretato le nostre intenzioni, a Pescia non si possono mettere. Quindi o tutti gli altri sono fuori regola, o i nostri amministratori ci hanno capito poco, alla faccia della ‘Città dell’infanzia’!” Esordisce Melosi che, appoggiato nella votazione della mozione dall’intera opposizione, non ha trovato la medesima solidarietà da parte della maggioranza.

“Sentire che nella mozione ci sono incongruenze col Cds, il quale impone comportamenti che contrastano giuridicamente con ciò che viene chiesto nella mozione stessa, fa sorridere, visto che parliamo di cartelloni in piccoli centri abitati o nel centro storico della città che sensibilizzino automobilisti e ciclisti a prestare attenzione in luoghi frequentati da bambini, visto che molto spesso prendono le strade come piste dove poter sfrecciare a gran velocità.” puntualizza Manuela Angeli.

“Siamo fortemente convinti della bontà della nostra richiesta e che questa non contrasti con nessuna normativa e per tanto non ci fermeremo al primo no, ma insisteremo fino ad ottenerli” – concludono Angeli e Melosi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: