I ragazzi di oggi. L’intervista al sociologo Gabriele Tomei

di Michele Piccoli – Troppo spesso sentiamo dire: “Non ci sono più i giovani di una volta…” per criticare i giovani d’oggi, adolescenti spesso senza valori, che amano trasgredire e non amano i divieti. In realtà gli adolescenti di oggi non differiscono dai loro coetanei degli anni ’60 e ’70.
Sono cambiati i valori di riferimento e la crisi  economica e adesso il Covid 19, hanno acuito le difficoltà. La ricerca dello svago diventa una sorta di terapia per lenire le sofferenze psicologiche di una generazione in difficoltà, per le continue incertezze a cui è sottoposta.
Gli adolescenti di oggi sembrano aver bisogno di un punto fermo con cui confrontarsi. Gli adulti, genitori e insegnanti, la stessa politica, sono chiamati a rispondere a queste richieste. Tocca a noi il compito di accompagnarli in un percorso di crescita, attraverso il nostro esempio e dobbiamo tornare ad essere modelli per loro.
Ne abbiamo parlato con  il Dott. Gabriele Tomei Professore Associato di Sociologia presso l’Università di Pisa .