Il caso Iacono tiene ancora banco, il senatore Battista presenta una interrogazione

0

VIAREGGIO – Il caso Iacono tiene ancora banco nel mondo della politica. E del trasferimento a Palermo dopo solo un anno di comando alla Capitaneria di Porto di Viareggio ne parla anche il senatore Lorenzo Battista, segretario della commissione Difesa a Palazzo Madama: “La vicenda  suscita non pochi interrogativi: perché ha condotto una operazione contro i venditori abusivi sulla spiaggia di Marina di Pietrasanta sollevando non poche polemiche tra i benpensanti? Oppure è un caso, nella storia di questo paese, che  si solleva da un incarico un comandante capace dopo 12 mesi e non dopo 12 anni?”. Il parlamentare, a tal proposito,  ha presentato una interrogazione al ministro della Difesa, Roberta Pinotti e al Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Maurizio Lupi riguardo il trasferimento del comandante Iacono dalla Toscana alla Sicilia. ”Nel mese di luglio – ricorda Battista – l’operazione condotta dalla Capitaneria di Porto di Viareggio contro i venditori abusivi sulla spiaggia di Marina di Pietrasanta, aveva sollevato non poche polemiche, soprattutto nei confronti del Comandante Iacono, per il fatto che gli agenti impegnati fossero armati di sfollagente, regolarmente in loro dotazione secondo quanto previsto dalla legge che gli agenti non ne hanno assolutamente fatto uso contro i venditori abusivi”’. Lo stesso comandante Iacono ha spiegato in una intervista, su cui ha relazionato la Procura della Repubblica, che il caso si è concluso senza una denuncia e senza provvedimenti disciplinari, né per il Comandante né per alcuno dei suoi militari. “Vorrei ricordare – si legge nella interrogazione a Pinotti e Lupi – che il lavoro svolto dal Comandante riscuoteva un largo consenso tra le amministrazioni comunali e il suo impegno infatti era rivolto principalmente a ristabilire la legalità e la trasparenza delle attività portuali in linea con l’inchiesta della Magistratura sulle tangenti del Porto di Viareggio.  Inoltre, la decisione del trasferimento è stata contestata dai sindaci e da alcuni esponenti politici versiliesi, soprattutto perché non sono ben chiare le motivazioni del repentino trasferimento”. Battista chiede a Lupi e Pinotti se intendano fornire delucidazioni circa le motivazioni alla base del trasferimento del Comandante Iacono”.

No comments