Il Centro Destra: “Il Consiglio Comunale deve tornare ad essere discusso nella sede istituzionale”

Pescia – Seppur collegati tramite PC per lo svolgimento della seduta da remoto su piattaforma streaming, durante gli ultimi due consigli comunali, ai quali mancava il sindaco Giurlani perché sospeso dal Prefetto a causa dei fatti a tutti noti, i consiglieri comunali di minoranza Elisa Romoli, Giancarlo Mandara e Giacomo Melosi si sono recati nella sala consiliare per dare un segnale di assoluta presenza alla cittadinanza. Era collegato da casa il
consigliere Oliviero Franceschi per problemi di connessione, ma si trovava in linea con gli altri consiglieri.
È naturale che fosse doveroso svolgere il consiglio comunale nell’aula preposta, in presenza, nel rispetto delle normative anti covid, ma la maggioranza ha scelto di rimanere a casa, senza uscire dalla propria comfort zone.
Questa protesta messa in atto dai consiglieri di opposizione è stata una coscienziosa presa di posizione nel rispetto dei cittadini pesciatini, in considerazione del fatto che la Regione Toscana si trova in fascia gialla ed il consiglio comunale, visti gli spazi disponibili per garantire le distanze al fine di rispettare le norme anti covid, si sarebbe potuto attuare normalmente nella sala istituzionale di riferimento, senza pubblico ed in diretta streaming, come sempre si è fatto, anche durante l’estate 2020.
Ciò, sicuramente, avrebbe reso più efficiente il dibattito, invece di attuarlo da casa usando una piattaforma in video conferenza, e poi rendere pubblica la seduta il giorno seguente.
La maggioranza , sia per l’argomento in ballo (sindaco sospeso ed entrata in carica del vice sindaco a farne le veci) , sia perché le difficoltà di collegamento in video conferenza “aiutano” a sminuire il dibattito e quindi a renderlo meno efficace politicamente, respinge la richiesta dell’opposizione e si rifiuta di andare a dibattere in sala consiliare, giustificando la decisione con il rischio pandemico, nonostante la situazione sanitaria sia fortemente migliorata.
Alla luce di quanto esposto sopra, i coordinatori comunali dei partiti di centro destra Marco Riccò (Lega), Roberto Franchini (Fratelli d’Italia), Manuela Angeli (Forza Italia) e Marco Incerpi (Cambiamo per Toti) richiedono a gran voce al Vice Sindaco Guja Guidi ed al Presidente del Consiglio Vittoriano Brizzi di attivarsi quanto prima affinché dal prossimo consiglio comunale previsto per il 4 febbraio 2021, tutte le assise vengano svolte regolarmente nell’aula istituzionale preposta ed in diretta streaming, senza il pubblico nel rispetto delle distanze di sicurezza come oggi è permesso fare, salvo pubblicazione di altri DPCM ed altre ordinanze regionali.

Marco Riccò, Coordinatore Lega Pescia
Roberto Franchini, Coordinatore FdI Pescia
Manuela Angeli, Coordinatore FI Pescia
Marco Incerpi, Coordinatore Cambiamo con Toti Pescia

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: