Il centro massaggi era in realtà un’oasi del sesso: sequestrato il locale

Sequestrato a Calenzano (Firenze) dai carabinieri un centro massaggi diventato luogo di esercizio della prostituzione. Denunciata una cinese di 43 anni per violazione della ‘legge Merlin’ sulla prostituzione poiché aveva trasformato il proprio centro massaggi in un luogo per incontri a luci rosse a pagamento.
Le indagini, sviluppate tramite numerosi servizi di osservazione, hanno permesso di accertare che alcuni clienti del centro, grazie a pagamenti extra di circa 50 euro, ottenevano anche prestazioni sessuali. Nella perquisizione sono stati ritrovati numerosi preservativi, farmaci sulla cui natura sono in corso accertamenti.
Trovati oltre 2.600 euro e 350 dollari, denaro verosimile provento dell’attività delittuosa.