Il Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi) invita la Giunta a non fare annunci generici che poi creano aspettative tra la gente

Firenze – “Durante la conferenza dei capigruppo, realizzata in video call, ho invitato la Giunta toscana, era presente l’assessore Bugli, di evitare di fare annunci a cui poi non seguono fatti concreti se non dopo troppi giorni -ha dichiarato il Consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi)- Il Governatore Rossi, l’assessore Saccardi e tutta la task force regionale avevano da tempo promesso mascherine a medici e infermieri degli ospedali che sono ancora invece costretti a lavorare con una carenza di dispositivi di protezione individuale che li espone al contagio. Si proceda poi ad effettuare i test sierologici annunciati da Rossi nei giorni scorsi, alla stampa era stato annunciato che ne sarebbero stati fatti ben 50mila di questi test e invece ad oggi si sa poco o niente. Non è voler fare polemica ma è un richiamo alla serietà, gli annunci generici creano aspettative che, tanto più in una fase emergenziale come quella attuale, non possono rimanere vane. Oltre agli annunci giornalieri, dunque, servono atti specifici: riceviamo segnalazioni da operatori sanitari e addetti ai trasporti che rivelano che né tamponi, test sierologici e nè le tanto agognate mascherine, promesse e comprate, sono state ancora distribuite. Infatti, non ci è ancora dato sapere quante siano le mascherine richieste dalle aziende sanitarie ed ospedaliere e quante ne siano state, nel dettaglio presidio per presidio, effettivamente consegnate”.